MILANO – Scuola, 35 milioni dal Pirellone per diritto universitario, infanzia e formazione professionale

0

“Il bilancio regionale potrà disporre di 35 milioni nel settore del diritto allo studio universitario, per le scuole dell’infanzia e la formazione professionale, grazie alle proposte formulate dal Nuovo Centrodestra. Inoltre, siamo riusciti a ottenere che sia invariato lo stanziamento sulla Dote Scuola. Una garanzia che, in un bilancio caratterizzato da importanti riduzioni di spesa, indubbiamente presenta una valenza raddoppiata”.

L’ha detto il capogruppo dell’Ncd Luca Del Gobbo sui provvedimenti di bilancio approvati ieri dal consiglio regionale. In particolare, verranno garantiti 10 milioni di euro per il diritto allo studio universitario, 3 milioni per le scuole dell’infanzia e 22 milioni per la formazione professionale. “Molto soddisfatto” del risultato si è detto l’assessore bresciano Mauro Parolini che proprio nei giorni scorsi aveva incontrato la collega Valentina Aprea, titolare all’Istruzione a Palazzo Lombardia, per chiedere “un’intervento teso a scongiurare la riduzione delle risorse al settore della formazione professionale.

Anche l’anno prossimo si potranno mantenere gli stessi standard formativi – ha aggiunto Parolini – in questo momento di crisi la formazione professionale in particolare rappresenta uno dei pilastri attorno al quale sviluppare il mercato del lavoro in Lombardia e per questo è necessario non indebolire il suo ruolo strategico e la capacità di valorizzare e trattenere i giovani, compresi quelli a rischio dispersione scolastica”.

Parolini ha infine sottolineato “l’importanza del nostro impegno sulle scuole per l’infanzia, che potranno anch’esse mantenere uno standard elevato e continuare ad offrire un servizio educativo indispensabile per la famiglie lombarde”.