BRESCIA – Bonifica Caffaro, Cgil: “Peccato non sia commissario Sesana. Servono piano e soldi”

0

Con rammarico abbiamo appreso dell’abbandono dell’indicazione del dottor Giulio Sesana a possibile futuro commissario per la bonifica del sito di interesse nazionale Caffaro. Altra è infatti l’indicazione suggerita a livello locale ed ora al vaglio del Ministero dell’Ambiente.

Ciò premesso e come da tempo abbiamo sostenuto – si legge in una nota della Cgil – chiediamo che l’individuazione del commissario si accompagni alla definizione del piano complessivo di bonifica della sin-Caffaro corredato da un piano finanziario adeguato, finora mai entrati negli obiettivi dei soggetti istituzionali (Ministero, Regione e Comune).

In assenza, non si comprenderebbe l’insistenza per la nomina del commissario (per fare che cosa? Con quali soldi?), tanto più considerando l’esperienza fallimentare e dispendiosa dei commissariamenti italiani senza alcun risultato in termini di bonifiche concretamente realizzate.

Non volendo rassegnarci a credere che una bonifica cosi importante per la salute della popolazione bresciana sia affidata all’individuazione di interventi di volta in volta indicati al seguito di eventuali finanziamenti che possono arrivare – continua la Cgil – il piano complessivo di bonifica è prioritario e irrinunciabile. Si tratta di rendere evidente l’insieme degli interventi che si debbono affrontare rendendone esplicite le priorità e le procedure, e soprattutto attivando le risorse finanziarie necessarie alla loro realizzazione.