Entro il 31 dicembre domanda di rinnovo per l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera

0

Tutte le attività che danno origine ad emissioni in atmosfera derivanti dalle proprie lavorazioni (saldatura, smerigliatura, taglio al plasma, verniciatura, sabbiatura, lavorazione legno, lavorazione gomma-plastica, ecc.) in possesso di autorizzazione alle emissioni rilasciata da Regione Lombardia (anche in modo tacito) dal 01.01.2000 al 31.12.2002 ai sensi degli articoli 6 o 15 del D.P.R. 203/88 hanno l’obbligo di rinnovare tale autorizzazione entro il 31 Dicembre 2014.

La scadenza riguarda gli impianti, o parte degli stessi, che ancor oggi sono autorizzati sulla base della domanda di autorizzazione a suo tempo presentata. Tali impianti, molto spesso, non sono stati successivamente autorizzati con specifici atti, per cui necessitano di presentare domanda di rinnovo dell’autorizzazione.

Affinché tale autorizzazione sia in corso di validità, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

– comunicazione di messa in esercizio e messa a regime;

– analisi alle emissioni eseguite con la frequenza stabilita dall’autorizzazione regionale ed attestanti il rispetto dei limiti prescritti.

Il rinnovo dell’autorizzazione deve essere presentato alla Provincia territorialmente competente. Presentando la richiesta di rinnovo entro il termine stabilito, l’esercizio dell’attività potrà proseguire fino alla pronuncia dell’autorità competente.

La mancata presentazione della richiesta di rinnovo entro il termine previsto comporta la decadenza della precedente autorizzazione.

L’esercizio degli impianti senza la prevista autorizzazione comporta le sanzioni previste dall’art. 279 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. ovvero la pena dell’arresto da due mesi a due anni o dell’ammenda da € 258 a € 1.032.