BRESCIA – “Seguitando la gran Stella”

0

Tra i numerosi e variegati appuntamenti, che anche quest’anno caratterizzeranno il festival del Canto della Stella, un’anteprima decisamente diversa; quasi faccia da controfirma al motto con cui quest’anno l’Associazione Culturale Choros ha voluto lanciare l’ottava edizione.
Nel cinema teatro del nuovissimo Oratorio di Sant’Afra, sabato sera, la tradizione del canto della Stella prenderà vita sul grande schermo con la proiezione di un film documentario che racconta la tradizione della stella e ne documenta la sua presenza attraverso le immagini della passata edizione.
Sarà l’occasione per presentare la produzione multimediale degli studenti del corso in Ideazione e produzione per i media e lo spettacolo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia raccolti nel circolo universitario didattico “Stars Zone”, con la supervisione di Marco Meazzini e la collaborazione de La Voce del Popolo della Curia di Brescia.
La concretizzazione del progetto multimediale Seguitando la gran Stella viene dalla spinta innovatrice che già lo scorso anno Choros ha voluto inserire nel festival La Dodicesima Notte, coinvolgendo realtà di giovani artisti emergenti a sostegno di una tradizione secolare apportando linguaggi innovativi e contemporanei.
Durante la Settima Edizione de La Dodicesima Notte svoltasi tra il 2013 e il 2014 nei comuni di Capriano del Colle (anteprima), Anfo, Leno, Vestone e Tignale, un gruppo di fotografi valsabbini e di video maker hanno seguito gli appuntamenti costruendo un vero e proprio bagaglio documentaristico di immagini.
Il coinvolgimento di giovani artisti – valsabbini e non – la volontà di esportare la tradizione per ampliare la conoscenza della tradizione con l’intento di creare ritorno d’immagine e di flusso turistico, la ferma convinzione che azioni di questo tipo portino al miglioramento del corpo sociale, quindi del vivere comunitario creando relazioni, visioni e stimoli sempre diversi, spinge Choros a indagare linguaggi nuovi e rinnovati per comunicare una tradizione importante come quella dei canti della Stella.
La proiezione del film documentario “Seguitando la gran Stella” sarà accompagnata dalla presenza dei gruppi di cantori della Stella di Comero e di Pertica Alta.
L’ingresso è libero e gratuito.
La produzione del DVD è stata sostenuta dalla Comunità Montana Parco Alto Garda.
La serata è stata possibile grazie al patrocinio del Comune di Brescia e alla collaborazione di don Giorgio Rosina.

Dopo l’anteprima del cartellone nella Città di Brescia prenderà ufficialmente il via il viaggio della Stella dove la tradizione rinasce e vive nel rito della notte tra il 5 e il 6 gennaio ogni anno.
Dal 28 dicembre 2014 all’11 gennaio 2015 l’ottava edizione della Dodicesima Notte sarà un continuo scambio tra tradizione e innovazione, in un connubio di teatro, arte, musica e rito.
Due spettacoli musicali, un recital musicale, una serata in cui il teatro si fonderà con la tradizione e una mostra temporanea di fotografia gli appuntamenti che quest’anno daranno corpo al cartellone delLa Dodicesima Notte.
Saranno le Stelle del Coro la Rocca di Sabbio Chiese, Crone, Mura, Pertica Alta e Provaglio Val Sabbia ad inaugurare la rassegna Domenica 28 dicembre 2014 a Sabbio Chiese. Insieme a loro il Corpo Musicale Viribus Unitis di Gavardo.
Già dal pomeriggio alle ore 16.00 nella suggestiva cornice della Rocca di Sabbio Chiese un appuntamento imperdibile: l’inaugurazione della mostra fotografica “ALLA LUCE DELLA TRADIZIONE. La Dodicesima Notte raccontata attraverso le immagini”. Ad esporre il proprio punto di vista sulla tradizione del canto della Stella saranno Marcella Amigoni, David Pasotti e Mattia Toselli. Un altro progetto speciale nato lo scorso anno con alcuni fotografi valsabbini, sfociato quest’anno in un’esposizione che rimarrà aperta durante tutto il periodo del festival.
Il 9 gennaio 2015 il viaggio continuerà sulle rive del lago di Garda, a Limone sul Garda, con i cantori della stella di Comero, Vallio Terme e il coro Rosignolo di Vobarno. La serata sarà completata con la musica della Banda dei Maestri e dalla voce di Luciano Bertoli che interpreterà “Noi siamo i tre re”, un testo appositamente scritto da Claudio Bernardi.
Gli ultimi due appuntamenti si terranno ancora in valle Sabbia. Il primo sabato 10 gennaio a Lavenone con i cantori della stella di Lavenone, Anfo, Tignale, Treviso Bresciano e Vesio ed il Corpo Musicale di Vestone. A chiudere l’ottava edizione la partecipazione delle Stelle di Pertica Bassa, Capovalle, Vestone, Vobarno Collio e La Giovane Stella di Pompegnino che intraprenderanno un viaggio accompagnati dalla voce di Luciano Bertoli a Levrange di Pertica Bassa.
Un’edizione, questa, sempre più mirata ad innovare l’antico messaggio di pace e fratellanza cantato da secoli dagli stellari nelle vie dei propri paesi. Fare comunità adeguandosi al tempo che passa. Attraversando e sperimentando linguaggi nuovi a sostegno di questa antico e affascinante rito.
Prendono sempre più piede i percorsi paralleli avviati lo scorso anno.