ALZANO (BG) – “Gente in Comune” contro l’ex assessore Bertocchi. “Risolto quello che non ha fatto in 10 anni”

0

In sei mesi la giunta di Annalisa Nowak incassa 225 mila euro in opere e denaro e scioglie i problemi che in dieci anni Camillo Bertocchi non ha saputo né gestire né risolvere – si legge in una nota della lista civica “Gente in Comune” del paese bergamasco.- Per non lasciare la città sprovvista dello strumento urbanistico, la giunta Nowak responsabilmente ha portato a termine l’approvazione del Piano di Governo del Territorio (Pgt 2.0), il cui autore principale é stato l’ex assessore Camillo Bertocchi che, prima della fine del suo mandato, non é nemmeno riuscito a formalizzarlo. Nel concludere fattivamente l’iter del Pgt l’amministrazione coglie oggi l’occasione per affrontare e risolvere molti problemi rimasti pendenti.

Nonostante il parere contrario degli uffici tecnici comunali – continua la nota – Bertocchi aveva perseguito ostinatamente il fantasioso progetto di una ciclopedonale collinare, senza introitare oneri a vantaggio del Comune e chiedendo opere pubbliche inutili ancorchè irrealizzabili. Ereditando un percorso, che mai potrà essere ciclabile, costituito da una linea colorata sulla carta e nella realtà da frammenti di marciapiedi e scalinate che solo Bertocchi nelle sue fantasie potrà percorrere in bicicletta, la giunta condotta da Annalisa Nowak, a totale vantaggio della comunità, è riuscita invece a trovare un percorso pedonale risolutivo a due pesanti problemi che si trascinavano da oltre dieci anni, a cui l’allora assessore Camillo Bertocchi non aveva trovato rimedio.

Il sindaco Annalisa Nowak e la sua giunta, grazie alle necessarie modifiche, ben presto porteranno a termine non solo questa rete pedonale collinare ma anche la ciclabile del Serio, confermando che nulla hanno da imparare in merito alla realizzazione di ciclovie, soprattutto da Camillo Bertocchi che in dieci anni da assessore non è nemmeno riuscito a completare l’asse ciclabile di via Piave sulla sponda alzanese del fiume, dove ancora oggi ciclisti e pedoni sono accolti da 300 metri di fango e terra. Preme qui ricordare che le lottizzazioni condotte a suo tempo da Bertocchi, ora capogruppo di minoranza – continua la nota della lista civica – hanno consumato preziose risorse territoriali e naturali fermandosi, guarda caso, proprio contro la proprietà Nowak (unica area verde che scende dalla collina e si insinua nell’edificato, poiché la famiglia Nowak, nonostante le pressioni e le lusinghe dei palazzinari leghisti, non ha svenduto la sua proprietà e non si é prestata alla cementificazione).

Annalisa Nowak, la sua giunta e i suoi consiglieri con chiarezza, onestà e trasparenza hanno lavorato in questi mesi e continueranno a farlo per tutto il mandato al servizio di tutti i cittadini e per il bene della città. Invitiamo il capogruppo leghista Camillo Bertocchi a farsene una ragione – conclude la nota – anzi 916 ragioni ovvero il numero di voti dei cittadini alzanesi che, nell’ultima tornata elettorale, hanno decretato la sua sconfitta e la vittoria di Annalisa Nowak. Rigettiamo con fermezza gli attacchi velenosi e offensivi di Camillo Bertocchi e del Movimento Civico X Alzano, riservandoci di intraprendere le necessarie azioni legali. Ancora una volta ci troviamo di fronte ad accuse false e rancorose di chi per dieci anni, come assessore all’Urbanistica, ha cementificato le nostre colline e ora vuole darci lezioni sulla pubblica utilità dell’azione politica e sul “Consumo zero” di territorio.