BRESCIA – Tagli formazione professionale, Rolfi (Lega) attacca Mottinelli (Pd): “E’ colpa di Renzi”

0

Sui presunti tagli alla formazione professionale che la Regione Lombardia vorrebbe adottare a causa dei mancati trasferimenti dallo Stato, dopo l’assessore lombardo Mauro Parolini che si è espresso sulla vicenda e il presidente dell’Area Vasta (ex Provincia) di Brescia Pierluigi Mottinelli che ha fatto visita al Cfp di Brescia auspicando nessun taglio, il consigliere lombardo Fabio Rolfi replica. “Mottinelli sbaglia indirizzo, i tagli arrivano dal suo governo e non dalla Regione, a sua volta vittima della riduzione di trasferimenti decisa da Renzi.

E’ facile rimarcare l’atteggiamento bipolare di Mottinelli e del Pd bresciano – dice il leghista.- Da un lato sostengono un governo che sta massacrando e dunque cancellando, un po’ come nel ventennio, il sistema delle autonomie con pesanti tagli ai trasferimenti, competenze e prerogative degli enti locali. Dall’altro lato, allo scopo di buttare fumo negli occhi dei cittadini, attaccano la Regione Lombardia costretta anch’essa a subire un taglio di 1 miliardo di euro su 4 complessivi a tutte le regioni italiane, mentre la Lombardia, è giusto ricordarlo, regala ogni anno allo Stato 47 miliardi di euro in più di quanto riceve.

È evidente la malafede e l’utilizzo propagandistico del ruolo istituzionale. Mottinelli dovrebbe far sentire la sua voce contro il governo nazionale e contro il proprio segretario di partito che è quello che ha creato il pasticcio province compreso il caos dei dipendenti (legge Delrio, pure lui del Pd) e ha voluto una legge di stabilità che taglia in modo discriminatorio, senza azzerare gli sprechi, a Comuni e Regioni virtuose. Oltre a ciò – continua Rolfi – sta promuovendo una riforma del titolo V della Costituzione che cancella definitivamente le province e trasforma le regioni in enti amministrativi.

Perché su tutto questo il neo presidente tace? Non si rende conto di essere presidente di un ente decotto e fantoccio sulla via del cimitero istituzionale proprio per volontà del partito che rappresenta? Il rischio di riduzione dei trasferimenti per la formazione professionale, che comunque ci impegneremo ad evitare, ha pertanto come responsabilità politica il governo Renzi e i parlamentari che voteranno la legge di stabilità che taglia un miliardo di euro di trasferimenti alla Regione Lombardia”.