TIRANO (SO) – Progetti culturali Italia-Svizzera, 180 mila euro a pubblico e privato in Valtellina

0

“La Regione Lombardia conferma il proprio impegno nella valorizzazione delle peculiarità dell’ambiente della montagna e delle zone transfrontaliere che sono ritenute realtà strategiche per lo sviluppo anche in ottica macro regione alpina”. L’ha detto Cristina Cappellini, assessore lombardo alle Culture, Identità e Autonomie presentando i risultati dell’invito pubblico per la presentazione di progetti di documentazione riguardanti i patrimoni culturali immateriali in area lombarda con particolare attenzione al territorio transfrontaliero tra Italia e Svizzera.

“Ho visitato più volte i territori di montagna della nostra Regione – ha ricordato – e sono contenta di vedere che la provincia di Sondrio e il suo territorio hanno saputo cogliere lo spirito e le caratteristiche del bando regionale, attivando così progetti che miglioreranno la fruibilità culturale e turistica della zona, aumentando la conoscenza, tra la gente, delle nostre belle montagne e, in particolare, delle aree di confine.

Zone che interessano altre province, tra cui quelle di Bergamo, Brescia, Como e Varese e che sono oggetto anche dei lavori di una commissione consiliare speciale guidata da Francesca Attilia Brianza e recentemente approfonditi nell’incontro avuto in Valposchiavo (Cantone Grigioni) da una delegazione di giunta e consiglio della Regione e le autorità cantonali”. Dopo l’esame delle domande presentate, ecco tutti i progetti finanziati e il sostegno economico concesso.

Realtà private
– “Vite tra le rocce. Viticultori, vigne e vini di montagna in Valtellina”, 25.202 euro;
– “In osteria tra la Valtellina e il Cantone dei Grigioni”, 19.250 euro;
– ‘Tre Musei – Un percorso dedicato al territorio. Un intervento transfrontaliero Italia-Svizzera”, 25.270 euro;
– “Pratiche selvatiche contemporanee. Il bosco e la cultura alimentare in Valtellina”, 11.620 euro;
– “In viaggio con Achille Berbenni. Appunti per un web documentario”, 24.094 euro;
– “L’albero del Màs”, 13.090 euro;
– “Linee di confine, memorie private fra Svizzera e Lombardia”, 10.000 euro;
– “… e lo chiamano pane nero. Ricerca sul processo di panificazione delle segale in Valtellina. Elaborazione creativa dedicata al pane di segale del territorio transfontaliero alpino: storie, processi ed estetiche”, 13.793 euro;
– “Lacus loci, uomini e paesaggi tra le anime del lago”, 7.350 euro.

Realtà pubbliche
– “Saperi e sapori dell’Insubria”, 14.500 euro;
– “La cultura e la coltura del fagiolo di Paisco”, 8.500 euro;
– “Il sapere delle pietre sull’antica via del Muretto (Valmalenco) tra Valtellina e Grigioni”, 7 mila euro.