ERBUSCO – Bollicine del Franciacorta da successo nel 2014. Aumentano vendite in Italia ed estero

0

“Il 2014, per il Franciacorta, è stato un anno realmente eccezionale, sul fronte commerciale registriamo sensazionali successi sia in Italia sia all’estero, su quello dell’immagine ci viene restituito il risultato di anni di impegno costante sul territorio nazionale. Infine la qualità dei prodotti, ancora una volta premiata dagli esperti. Sono sempre più numerose le etichette di Franciacorta tra i primi posti nelle classifiche delle principali guide specializzate del settore”. Così Maurizio Zanella, presidente del Consorzio Franciacorta, secondo le dichiarazioni riportate da Quibrescia, è intervenuto nell’assemblea dei soci di fine anno ieri a Erbusco tra imbottigliatori, viticoltori e vinificatori.

E sulla vendemmia Zanella commenta. “Se è vero che il 2014 sarà ricordato come l’annata più piovosa della nostra storia con una campagna viticola impegnativa e costosa (con uve mediocri per quanto riguarda Pinot nero e Pinot bianco, mentre lo Chardonnay è stato un mezzo miracolo rispetto alle aspettative), non possiamo certo trascurare i traguardi raggiunti e i riconoscimenti ottenuti”. Al 31 ottobre incremento delle vendite del 5,4% in Italia e del 12,9% all’estero con un prezzo medio di vendita che sale dell’1,1% in un contesto economico complesso. “Ci auguriamo che gli ultimi due mesi, importanti, ma non decisivi come in altre denominazioni, si chiudano con successo.

La qualità del Franciacorta continua a crescere seppur un terzo dei nostri vigneti non abbia raggiunto 10 anni d’età e continua la crescita anche per quanto riguarda il giudizio della critica” dice ancora il presidente. Oltre ai numeri, è la notorietà del brand Franciacorta a far continuare i produttori grazie al connubio tra vini e territorio. Ma proprio sul territorio Zanella è preoccupato e punta sulla sinergia. “È fondamentale la nostra unione e la proattività che sapremo sviluppare nell’utilizzare tutte le leve possibili affinché le amministrazioni comunali della Provincia e della Regione Lombardia facilitino il cammino dell’Unione dei Comuni ‘Terra di Franciacorta’ che, proprio in questi giorni, vedrà finalmente la nascita del Ptra, lo strumento tecnico affinché gli stessi siano riconosciuti”.