BRESCIA – Spiedo, controlli della Forestale in ristoranti. Rolfi (Lega): “Inaccettabile. Anche ai kebab?”

0

Dopo l’entrata in vigore delle modifiche alla legge 157 del 1992 in tema di caccia che vieta la presenza di uccelli selvatici di piccola taglia nello spiedo bresciano, con il coro di critiche che ne è seguito, diverse attività commerciali, ristoranti e negozi sono stati controllati dagli agenti della Guardia Forestale e volontari per verificare. Una scelta che non è piaciuta al vice capogruppo della Lega Nord in Regione Lombardia Fabio Rolfi.

“Arrivano notizie di controlli quotidiani e invasivi in ogni angolo della provincia, spesso in orario di punta, arrecando forti disagi ai ristoratori bresciani. Non è possibile trattare gente che lavora alla stregua di delinquenti da punire a prescindere – dice Rolfi – si tratta di un modus operandi inaccettabile e lesivo della dignità di chi fa il proprio mestiere e lotta ogni giorno contro il mordere della crisi economica.

Inoltre il buon senso imporrebbe di garantire, in attesa di una doverosa modifica di una legge becera, la possibilità ai ristoranti di smaltire le scorte in essere. Bisognerebbe infatti mettersi nei panni di chi lavora e riflettere sui danni che la leggerezza nel legiferare da parte del Governo sta provocando, oltre ai numerosi posti di lavoro in ballo. Mi chiedo, ma temo di conoscere già la risposta, se la stessa solerzia venga utilizzata anche per controllare qualità e provenienza della merce di ristoranti cinesi, kebab e altri esercizi etnici”.