ROMA – Premi sportivi al Coni, pieno di Collari e Stelle d'Oro e argento per i lombardi

0

“Ancora una volta la Lombardia si dimostra terra di campioni e fucina di talenti, che sanno conquistare la meritata vetrina nazionale”. L’ha detto l’assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi al termine della cerimonia di consegna dei “Collari d’oro”, della “Stella d’oro” al merito sportivo e di quella d’argento, per atleti, uomini di sport e società, che si sono distinti nel corso del 2014 e della loro carriera, tenutasi nel Salone d’Onore del Coni a Roma. Tra i premiati, accolti anche dal presidente nazionale del Coni Giovanni Malagò, numerosi atleti della Lombardia e quattro squadre regionali.

“Ben quattro nostre società – ha ricordato Rossi – hanno meritato il ‘Collare d’oro’. Si tratta di autentiche eccellenze del nostro movimento sportivo e, precisamente, di ‘Fanfulla Lodi 1874’, ‘Canottieri Milano’, ‘Canottieri Lario’ di Como e ‘Canottieri Lecco’. Individualmente ‘Collare d’oro’ al merito sportivo per il pugile milanese Giacobbe Fragomeni, la schermitrice monzese Arianna Errigo, Anna Cappellini di Como e Luca Lanotte di Milano per la Danza sul ghiaccio, la tennista milanese Francesca Schiavone, il campione di Motonautica di Codogno (Lodi) Alex Carella.

Ricordo anche che il bresciano Giacomo Agostini è stato insignito del ‘Collare d’oro’ al merito sportivo come uomo di sport, mentre il presidente regionale del Coni, il comasco Pier Luigi Marzorati, ha ricevuto la prestigiosa ‘Stella d’oro’ al merito sportivo. È un onore poter rappresentare una regione come la Lombardia – ha spiegato l’assessore – territorio straordinario, che, oltre a produrre eccellenze in ogni ambito, si conferma, anche a livello sportivo, la prima della classe, ottenendo, anno dopo anno e nelle più diverse discipline, continui successi.

In Lombardia abbiamo un vasto patrimonio sportivo, che vanta circa 22 mila associazioni sportive e rappresenta circa il 20% dello sport nazionale. Numeri importanti, che continuano a dare frutti straordinari e che hanno in questi riconoscimenti la dimostrazione concreta di un percorso virtuoso che la Regione sostiene nel suo costante miglioramento grazie all’Accordo di programma quadro, in cui abbiamo investito 20 milioni di euro, volto alla promozione e allo sviluppo a tutti i livelli dell’attività motoria”.