MILANO – Banche, moratoria dei crediti in scadenza a fine anno

0

A fronte della proroga concessa dall’ABI (Associazione Bancaria Italiana) lo scorso 30 Giugno, le misure previste dall’Accordo per il Credito sono concedibili dalle banche e dagli intermediari finanziari aderenti per le istanze presentate entro il termine ultimo del 31 Dicembre 2014.

Tra i punti cardine dell’accordo figurano:

– la sospensione per 12 mesi della quota capitale delle rate dei mutui, anche se agevolati o perfezionati tramite il rilascio di cambiali;

– la sospensione per 12 o per 6 mesi della quota capitale dei canoni di operazioni di leasing, rispettivamente immobiliare o mobiliare;

– l’allungamento della durata dei mutui per un massimo del 100% della durata residua del piano di ammortamento e comunque non oltre 3 anni per i mutui chirografarie 4 anni per quelli ipotecari;

– l’allungamento fino a 270 giorni delle scadenze delle anticipazioni bancarie su crediti per i quali si siano registrati insoluti di pagamento;

– l’allungamento per un massimo di 120 giorni delle scadenze del credito agrario di conduzione.

L’istituto di credito valuterà l’eventuale variazione del tasso di interesse da applicare agli allungamenti della durata dei contratti di mutuo. Per quanto riguarda, invece, le operazioni di sospensione del pagamento del capitale dei contratti di mutuo e di leasing finanziario, devono essere realizzate allo stesso tasso di interesse del contratto originario, senza che vi sia la possibilità da parte della banca di richiedere garanzie aggiuntive rispetto a quelle originarie.