Rugby serie A, Patarò torna alla vittoria nel derby contro Asr Milano

0

PATARÒ LUMEZZANE 32 – 20 ASR MILANO

PATARÒ LUMEZZANE: Piscitelli; Appiani (17′ st Masgoutiere), Scaramella(24′ st Apostoli), Zaffino, R. Costantini, Locatelli (35’st D. Costantini), Cittadini; Cuello, Bellandi (17′ st Ghizzardi), Scotuzzi; Nicol, Montini; Magli (8’st Fazzari), Zoli (24′ st Cairo), Aluigi (33’st Piciaccia). A disposizione: Rizzotto. Allenatore:Michael Gosling

ASR MILANO: Bestetti; Rinaldo (1 ‘st Tolotti), Albano, Capponi (24′ st Fusi) , Ragusi, Pegoraro, Morisi; Cipolla, Arbitrio (6′ st M. Ferrari), Tranquillini; Serini, Quercioli (19′ st Barana); Ippolito (30′ pt Lombardi), Guariglia (14′ st S. Ferrari, 23′ st Guariglia), N. Ferrari. A Disposizione: Dalla Mariga, Stead. Allenatore: Massimo Cozzaglio.

Arbitro: Palladino

Marcatori: Pt: 5′ c.p. Bestetti; 8′ m Zoli; 12′ m Appiani tr. Zaffino; 30′ m Bellandi tr. Zaffino, 39′ m Ragusi; St: 17′ m Zaffino, 27′ m Albano, 30′ c.p. Zaffino, 32′ m Apostoli; 39′ m Rinaldo tr. Tolotti.

Note: spettatori: 300; Fine pt: 19 – 8; Cartellini gialli: 39′ pt Nicol, 11′ st Cuello, 23′ st Aluigi e S. Ferrari, 30′ st Guariglia; Man of the match: Montini.

Cala la nebbia sul Rossaghe, mentre il Patarò Lumezzane sale in cattedra, rifila 5 mete all’Asr Milano (firmate da Zoli, Appiani, Bellandi, Zaffino e Apostoli) e guadagna una posizione in classifica. Liberato da ogni pressione ed ambizione, i primi tre posti che permettono l’accesso alla poule promozione sono blindati, Il Quindici di Gosling ritrova un copione corale e la propria identità di gioco nella sfida con l’altra novità stagionale della serie A . Cuello e compagni chiudono in fretta i conti con gli ospiti, marcando ben 12 punti in altrettanti minuti grazie alla meta siglata da Zoli, all’8′, a conclusione di un drive da touche e da Appiani, al 12′ , in perfetta solitudine alla bandierina. La rimessa laterale torna ad essere la carta migliore dei rossoblù che, al 30′, vanno ancora a segno con Bellandi.

Solo allo scadere della prima frazione di gioco l’ala milanese Ragusi riesce a superare la linea di meta, approfittando di un  svarione difensivo dei locali. Anche il centro Zaffino, in avvio di ripresa, non si fa sfuggire un ovale regalato dai meneghini e s’infila tra i pali per la segnatura del bonus. Sfruttando il dinamismo e la velocità dei propri trequarti Milano prova a riaprire il match con la bella cavalcata di Albano, ma i Trequarti rossoblù creano nuovamente scompiglio e la superiorità numerica che consente ad Apostoli di schiacciare indisturbato alla bandierina. L’elenco dei marcatori lo chiudono gli ospiti, ma la meta ,costruita nella propria area dei 22, firmata da Rinaldi non consegna nemmeno il bonus difensivo al Quindici di Cozzaglio. Non ha nulla da obiettare coach Gosling che guarda con serenità alla seconda parte della stagione, nella quale i valgobbini lotteranno per mantenere il diritto a partecipare alla serie A incontrando ancora l’Asr Milano.

” Non c’era pressione ed un risultato positivo non è era necessario, perché il nostro futuro si deciderà dopo le vacanze di Natale – spiega il tecnico gallese -.  Proprio l’assenza di tensioni ha permesso ai ragazzi di pensare solo al piano gioco.  Sono molto contento della prestazione d’insieme , valsa cinque mete. I ragazzi sono stati bravi a mettere subito sotto pressione i meneghini e ad acquisire un bel vantaggio nel punteggio.  Era una partita importante: siamo due collettivi nuovi della serie A e per noi era fondamentale vendicare la sconfitta incassata al Giuriati all’andata, ma anche acquistare serenità per il futuro. Questa vittoria ci toglie un po’ di pressione per la seconda parte dell’annata nella quale lotteremo per la salvezza”.

Classifica, serie A girone 2:  Hbs Colorno 42; Verona 31;  Junior rugby Brescia 27; Patarò Lumezzane 15, Milano 11; Valpolicella 5.