PONTEVICO – Chi ha ucciso Francesco II Gonzaga di Mantova? Cena con delitto solidale all’oratorio

0

Sarà una serata all’insegna del divertimento e della solidarietà targata Voica Onlus quella di domani, domenica 14 dicembre alle ore 20,30, al teatro dell’Oratorio del paese della bassa bresciana promossa dai giovani di Alfianello e Pontevico che sono partiti la scorsa estate per la missione in Uganda e per proporre domani lo spettacolo “ZIGonZAG. Omicidio alla corte dei Gonzaga”. Non è solo uno spettacolo divertente, ma un giallo nel quale ognuno degli spettatori diventerà protagonista. Con la compagnia teatrale “Anubisquaw” di Cremona, specializzata in cene con delitto, si sarà condotti in un divertente viaggio nel tempo, dove un’oscura profezia incombe sulla sorte di Francesco II Gonzaga, marchese di Mantova. Tre oscure figure si sono infiltrate a palazzo con oscuri intenti, mentre altri personaggi si aggirano inquieti.

Sono la Marchesana Isabella d’Este con il suo piglio autoritario, Eleonora Brognina la cortigiana, suo provocante braccio destro e Isabella Boschetti la favorita del marchesino Federico. Poi c’è Lucrezia Borgia, insidiosa figura storica, amante del marchese e infine Oreste, il ciambellano di corte (unico personaggio inventato dell’intera vicenda). Ciascuno di questi otto personaggi ha i suoi buoni motivi per desiderare la morte di Francesco II che, puntuale, secondo profezia, avviene. Ma chi ha ucciso Francesco II? E perché?

Sarà il pubblico a dover indicare l’assassino e l’arma del delitto. Sarà una serata da ridere e tutto il ricavato sarà devoluto per sostenere i progetti in Uganda e in Congo del Volontariato Internazionale Canossiano. Si tratta di un’organizzazione senza fini di lucro che coinvolge laici, uomini e donne, giovani e adulti, di qualsiasi nazionalità nella grande missione della promozione umana.

Il Voica interviene nei paesi in via di sviluppo (Repubblica Democratica del Congo, Uganda, Togo, Sao Tomè e Principe, Brasile) realizzando progetti che favoriscano il miglioramento delle condizioni delle popolazioni povere e anche attraverso l’invio dei volontari che si impegnano nell’assistenza sociale, nel campo educativo e nella cura sanitaria. Con questa serata verranno finanziati il pagamento di alcune rette scolastiche per i bambini della scuola elementare “S. Gabriel” di Bethlehem (Uganda) e l’acquisto di apparecchiature medicali per l’ospedale di Ariwara nella Repubblica Democratica del Congo. Per prenotare o avere più informazioni si possono contattare i numeri 340.6745081), 345.3925508 e 342.7845659.