COLOGNE – Bimbo morto dopo parto a Bergamo, madre senza soldi per funerale. Colletta dei cittadini

0

E’ drammatica, ma allo stesso tempo all’insegna della solidarietà, la storia riportata da alcuni giornali bresciani sul bambino morto poche ore dopo il parto all’ospedale di Bergamo. L’episodio risale al 7 novembre scorso, poco più di un mese fa, quando una donna incinta di sole 24 settimane aveva avuto un incidente stradale in un parcheggio di Cologne, nel sebino bresciano. Il colpo l’aveva portata al ricovero in ospedale orobico dove ha dato alla luce il figlio prematuro, salvo poi morire nelle ore successive.

Su quel fatto venti persone sono state indagate, ma è iniziata la peripezia della donna che non ha soldi a sufficienza per poter far celebrare il funerale del figlio. E la piccola salma resta in una cella frigorifera per tutto questo tempo. 750 euro servivano per consentire i funerali e subito a Cologne i cittadini si sono fatti avanti iniziando a raccogliere soldi per aiutare la donna. Missione riuscita grazie alla solidarietà delle persone. La madre, come riporta la versione bresciana del Corriere.it, aveva chiesto aiuto agli assistenti sociali dell’ospedale orobico che hanno chiamato il comune bresciano per chiedere sostegno alla donna, anche con un funerale più “povero”.

Ma dal sebino i funzionari hanno convocato la donna che l’1 dicembre scorso ha presentato la documentazione su reddito e casa. Situazione tranquilla, che però la donna ha contestato. Maryam, la donna coinvolta, ha detto di essere disoccupata e avere la casa pignorata e messa all’asta dopo che non riusciva più a sostenere il mutuo. Ma il Comune le può concedere al massimo 250 euro. Il primo cittadino di Cologne Carlo Chiari, riportato dal quotidiano online, ha parlato di “agire nella massima trasparenza”. Ma i suoi concittadini sono arrivati prima dell’ente locale e hanno raccolto la somma necessaria.