BRESCIA – Nuove tecnologie per enti locali, riunito il tavolo tra Provincia e Comuni al Broletto

0

Si è riunito al Broletto, sede della provincia di Brescia, il tavolo strategico del Centro Innovazione e Tecnologie per i più di 190 enti che aderiscono all’iniziativa. Durante l’incontro sono state definite le linee strategiche di sviluppo dei prossimi sei anni tramite la nuova convenzione 2015-20 nel corso dei quali si intende investire nella coprogettazione e realizzazione di nuovi servizi pubblici locali, sfruttando le opportunità di risparmio e innovazione offerte dalle nuove tecnologie.

Con il presidente Pierluigi Mottinelli c’erano il sindaco di Orzinuovi Andrea Ratti per l’Associazione Bassa Bresciana Occidentale, il sindaco di Manerbio Samuele Alghisi per l’Area Bassa Bresciana, l’assessore ai Servizi informatici di Desenzano del Garda Maurizio Maffi per l’Area del Basso Garda Bresciano e i rappresentanti delle Comunità montane Matteo Bussei per il Parco Alto Garda, Fabio de Pedro per la Valcamonica, Michele Zanardi per la Valsabbia, Paola Pezzotti per il Sebino Bresciano e il rappresentante del Consorzio BIM di Vallecamonica Mauro Testini.

“Il Centro Innovazione e Tecnologie – ha detto Mottinelli – è una struttura operativa della Provincia di Brescia, finalizzata allo sviluppo del governo digitale nel territorio bresciano. L’obiettivo è quello di sostenere i Comuni e gli enti aderenti nella realizzazione di un più vasto e qualificato sistema di servizi telematici, accessibili online dai cittadini e dalle imprese del territorio. Questa nuova modalità di approccio sarà applicata nei vari ambiti gestionali, la rete bibliotecaria, la gestione della rete di illuminazione pubblica, l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, una stazione unica appaltante, ma anche per la creazione di dorsali in fibra ottica nelle nostre valli e l’applicazione del cloud computing, un’insieme cioè di servizi tecnologici, alla Pubblica Amministrazione locale, con l’obiettivo di realizzare i temi dell’agenda digitale nel territorio bresciano e offrire cosi un nuovo modello di attuazione della Legge Delrio, a beneficio dello sviluppo economico e sociale”.

Queste linee strategiche saranno ora tradotte in progetti operativi il cui cofinanziamento sarà anche ricercato attraverso l’associazione Tecla sotto la presidenza della Provincia. L’associazione nazionale promuove la cooperazione territoriale di province e comuni e tramite i propri uffici a Bruxelles è specializzata nel supportare gli enti locali nella progettazione internazionale e nell’accesso ai fondi comunitari.