GOTTOLENGO – Parma, omicidio Gobbi. Arrestato il cognato di Gottolengo. Ucciso per debiti di gioco

0

Luciano Bonazzoli, 48 anni e residente nel paese della bassa bresciana, è stato arrestato dai carabinieri per l’omicidio del cognato Giorgio Gobbi, 43 anni di Cremona, trovato morto il 6 dicembre scorso nel baule dell’auto in un parcheggio a nord di Parma. Secondo quanto riporta l’edizione bresciana del Corriere.it, alla base del fatto, che Bonazzoli avrebbe confessato agli inquirenti, ci sono i debiti di gioco che il cittadino di Gottolengo avrebbe pagato vendendo gioielli e orologi della “sua” vittima.

Avrebbe organizzato tutto in ogni dettaglio. Avrebbe offerto il pranzo ai suoi dipendenti dell’azienda che si occupa di prevenzione degli infortuni a Viadana, in provincia di Mantova, per farli uscire dalla ditta, spento le telecamere di videosorveglianza e chiamato Gobbi per regolare i conti prima di sparare due colpi in faccia e all’addome.

Infine, avrebbe caricato l’uomo sull’auto e portato in una zona dispersa del parmense. Tutto era iniziato quando la vittima aveva chiesto al cognato di riavere i gioielli che in realtà l’altro aveva già venduto, per una somma di circa 150 mila euro. L’uomo è accusato di omicidio premeditato, occultamento di cadavere, porto e detenzione illegale di armi.