BRESCIA – Convegno sulle complicanze in chirurgia addominale

0

In questi decenni molto è cambiato nell’assistenza al paziente chirurgico, sempre più frequentemente anziano, fragile e portatore di molteplici morbilità.

Tra le cause che hanno determinato questo cambiamento vi sono due aspetti prioritari. Il primo fa riferimento al grande sviluppo tecnologico: la chirurgia è probabilmente la branca della medicina in cui questo avanzamento è particolarmente evidente tanto da poterlo definire una vera e propria rivoluzione tecnologica.  Il reale valore di questo grande sviluppo deve comunque essere misurato sulla base dei risultati che ne conseguono; il progresso tecnologico è particolarmente apprezzabile e quindi economicamente sostenibile quando consente di operare al meglio e con minor rischio pazienti altrimenti difficilmente curabili.

Il secondo aspetto è più propriamente di tipo organizzativo/gestionale. Si è valorizzato il “lavorare insieme”, la costruzione cioè di gruppi multidisciplinari in cui si integrano le competenze specifiche delle diverse specialità ai fini di una terapia sempre più mirata sul singolo paziente. Dopo il settore dell’oncologia, in cui la multidisciplinarità è da tempo riconosciuta come necessità clinica, è proprio il campo delle complicanze chirurgiche quello in cui questo modello clinico si dimostra particolarmente efficace. Le complicanze chirurgiche possono essere trattate con successo dal radiologo interventista o dall’endoscopista che possono rendere superfluo un secondo intervento riparativo con gli ulteriori rischi che ne possono derivare.

Nel convegno del prossimo 12 dicembre che si tiene presso l’Aula Magna della Facoltà di Medicina e Chirurgia si discute di questi aspetti in due sezioni dedicate alla prevenzione e al trattamento delle complicanze chirurgiche, che vedono la partecipazione di specialisti lombardi particolarmente esperti nelle diverse discipline interessate, dalla chirurgia generale e specialistica alla radiologia, alla gastroenterologia, all’endoscopia digestiva. Ampio spazio viene dedicato ai giovani chirurghi, in un confronto fra specializzandi ed esperti nella gestione di casi particolarmente complessi che fornirà spunti per una discussione approfondita.

Il patrocinio congiunto dell’ Università degli Studi di Brescia e dell’Azienda Ospedaliera Spedali Civili di Brescia testimoniano l’interesse della comunità scientifica cittadina che si presenta alle Istituzioni Lombarde con un congresso di elevato valore scientifico.

Per visualizzare la brochure

http://www.spedalicivili.brescia.it/upload/spedalicivili_brescia/gestionedocumentale/Prog_convegno12dicembre_784_12669.pdf

Per maggiori informazioni
URP, Comunicazione e Marketing

0303995861