VALCAMONICA – Droga, furti, arnesi da scasso e ubriachi alla guida fermati dai carabinieri

0

Il 4 dicembre scorso a Esine i carabinieri locali hanno portato a termine un’ordinanza emessa dalla Procura Generale della Repubblica di Brescia e arrestato un italiano G. G. O di 50 anni, pregiudicato, perché deve scontare oltre sette anni di carcere per droga. Ora si trova in carcere a Brescia. Sempre a Esine i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza emessa dalla Procura di Brescia e arrestato un’italiana M. T. di 35 anni, pregiudicata, perché anche lei deve scontare oltre sette anni di carcere per droga. L’arrestata è stata portata alla Casa Circondariale di Verziano.

Il 5 dicembre a Edolo i carabinieri di Cedegolo hanno arrestato in flagrante due romeni, un uomo S. C. di 51 anni, pregiudicato e una donna B. A. di 43 anni, anche lei pregiudicata. I due malviventi, nel primo pomeriggio, a Cedegolo, in un’attività commerciale, dopo aver distratto il titolare, hanno rubato i soldi dal registro di cassa e durante la fuga hanno aggredito il titolare che invano aveva tentato di fermarli. Quindi i due sono fuggiti a bordo di un’auto. Dopo un lungo inseguimento sono stati fermati a Edolo dai militari dell’Arma e arrestati. L’intera somma di 2 mila euro, corrispondente all’incasso giornaliero, è stata restituita al proprietario e i due stranieri sono stati reclusi per le carceri di Brescia.

Sempre il 5 dicembre a Edolo i carabinieri locali hanno denunciato in stato di libertà alla Procura di Brescia quattro rumeni residenti nel milanese, tutti pregiudicati, perché trovati in possesso di strumenti per forzare serrature, tutto posto sotto sequestro. Il 6 dicembre alle 4, nella bassa Valcamonica, i carabinieri di Artogne hanno arrestato il titolare di un bar C. A. di 49 anni perché, dopo una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di oltre dieci grammi di cocaina pronti per lo spaccio, nonché due grammi di hashish. Lo stesso giorno l’uomo a seguito di processo celebrato per direttissima al Tribunale di Brescia è stato condannato a sei mesi di carcere e 800 euro di multa.

All’1 di notte del 6 dicembre in un bar di Cevo i carabinieri locali hanno arrestato un pregiudicato italiano D. M. di 68 anni, che per futili motivi con un coltello aveva ferito alla mano un avventore. Dopo il processo per direttissima è stato condannato all’obbligo di firma per sei mesi, per tre volta la settimana, ai carabinieri del luogo.

Ieri, infine, giorno di festa, durante la notte di controlli nelle zone turistiche della Valcamonica per contrastare la guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche e stupefacenti, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Breno, con le altre stazioni, hanno denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria e ritirato la patente a sei residenti in valle, tutti fra i 22 e i 30 anni, per guida in stato di ebbrezza alcolica in ore notturne con tasso alcolemico accertato superiore a 0,8 (G/L). In tutto, via nove patenti, una carta di circolazione e multe per 2.700 euro con la decurtazione di 124 punti dalle patenti, fermo di una moto per 60 giorni e sequestro di 0,73 grammi di hashish e 0,22 grammi di cocaina.