GARDONE – “Scheletri nell’armadio” in dialetto, per le feste di Natale tornano “I Caicì de Inzì”

0

Come per tradizione, l’associazione culturale “I Caicì de Inzì” di Gardone Valtrompia tornano a teatro per il periodo natalizio. Si tratta della 35a edizione, un vero e proprio suggello quello del sodalizio dialettale che ogni anno cerca di far divertire e riflettere il pubblico nei momenti dedicati alle festività, del riposo e dell’ammirazione verso una compagnia che miete tanti successi.

La commedia di quest’anno si intitola “I scheletri ‘n di armare” per tre atti in dialetto bergamasco adattata al bresciano con la regia di Pino Gaffuri. Sul palco, diretti da Giorgio Galvani, ci saranno Stelio Bettini, Marzia Beriola, Arianna Bonardi, Evelina Sanzogni, Andrea Peli, Silvia Filippi, Mariangela Tosini, Matteo Rocco, Giorgio Galvani, Piergiorgio Turinelli e Angelo Peli.

L’appuntamento è patrocinato dalla Comunità montana della Valtrompia e dal Comune di Gardone con la Cassa Padana e la Federazione Italiana Teatro Amatori. La prima serata, tradizionalmente dedicata al ricordo di una persona dell’associazione che purtroppo è deceduta, quest’anno sarà rivolto a Massimo Pintossi, scrittore e poeta dialettale conosciuto come “Mahem” e storico membro dei “Malghesetti”.

Ogni replica dello spettacolo si terrà alle ore 20,30 al cinema teatro di Inzino. Si parte il 25 dicembre, giorno di Natale, seguito da Santo Stefano il 26 e il 27 dicembre. Il cartellone prevede altre repliche il 3, 4, 5 e 6 gennaio. L’ingresso per gli adulti è di 6,50 euro e per i ragazzi di 3 euro. Ogni serata sarà presentata da Andrea Alberici. Immagine di repertorio della compagnia I Caicì de Inzì