BRESCIA – Brescia, stranieri “italiani”. 4.700 richieste nel 2014. Lumezzane domina su tutti

0

Come sono andati gli ultimi dieci anni in fatto di regolarizzazione degli immigrati in provincia di Brescia? A dirlo è l’Istat, l’istituto italiano di statistica, che ha analizzato la situazione rispetto a quando, proprio dieci anni fa, iniziavano le procedure per rendere regolari migliaia di stranieri giunti in Italia. Partiamo da un dato.

Di certo molti stranieri che arrivano qui preferiscono non diventare cittadini italiani a tutti gli effetti. In Europa, infatti, il Belpaese è tra gli ultimi posti. Solo l’1,2% di chi arriva in Italia da irregolare avanza le procedure burocratiche per diventare cittadino. All’estero? Per esempio, in Svezia poco più del 5% e il Portogallo quasi il 5%, cinque volte in più di noi.

La provincia di Brescia è una “mosca bianca” in questo panorama, visto che otto su dieci restano qui e si naturalizzano italiani. Secondo i dati riferiti al 2012, Lumezzane in provincia domina su tutti gli altri paesi in fatto di regolarizzazione. Infatti, il 4,6% rispetto ai residenti stranieri è diventato italiano.

Altri dati, riportati dai giornali bresciani, riguardano le più di 4 mila richieste di cittadinanza chieste l’anno scorso secondo la Prefettura e tra queste quasi 900 tra chi doveva sposarsi e chi aveva maturato gli anni. Quest’anno si sono registrate 4.700 domande e poco più di 700 cittadinanza per motivo, anche qui, di matrimonio o di permanenza.