BRESCIA – Soffocamento bambini, la Lega vuole una rete di soggetti capaci di intervenire

0

Nella sede della Lega Nord bresciana è stato presentato il progetto di legge sulla “Diffusione tecniche salvavita e dei concetti di prevenzione primaria quali disostruzione pediatrica e rianimazione cardiopolmonare”. “L’obiettivo è quello di creare una rete virtuosa di soggetti in grado di intervenire tempestivamente in maniera corretta.

La nostra proposta – dice Fabio Rolfi, relatore del progetto in commissione Sanità del Pirellone – prevede che la Regione Lombardia istituisca una premialità sia nei bandi che nell’erogazione di contributi alle scuole materne e dell’infanzia che istituiscono percorsi formativi sulle tecniche salvavita al personale docente, non docente e alle famiglie.

Oggi la maggioranza degli insegnanti non conosce queste semplici manovre. Inoltre non vi è tra i cittadini la capacità di intervenire in presenza di queste emergenze, nonostante le manovre corrette da effettuare siano estremamente semplici e riuscirebbero a risolvere la situazione nel 98% dei casi. Purtroppo in Italia, in media, ogni settimana muore un bambino per ostruzione delle vie aeree. Siamo fiduciosi che con i giusti interventi legislativi e di sensibilizzazione si possa ridurre in maniera sensibile questo drammatico dato”.