BRESCIA – Rischio plagio su Albero della Vita, l’ideatore Balich: “Insinuazioni ridicole”

0

L’Albero della Vita, l’opera artistica che accoglierà i clienti e turisti in arrivo al Padiglione Italia di Expo 2015, si farà e, come avevamo scritto, il via libera è arrivato anche da Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione che “non ha rilevato elementi per cui l’opera non si possa fare”.

Quindi le imprese bresciane che fanno parte del consorzio “Orgoglio Brescia” possono iniziare i lavori. Ma sulla strada della struttura ideata da Marco Balich potrebbe infilarsi la giustizia. Per rischio plagio. Perché? L’architetto inglese Chris Wilkinson, come riporta l’edizione odierna di Bresciaoggi, autore dei Supertrees presenti nei giardini “Gardens by the Bay” a Singapore, in Cina, sarebbero troppo simili a quell’Albero della Vita che si sta costruendo.

E che potrebbe portare l’inglese a denunciare l’ideatore della torre Eiffel bresciana. Ma il primo a contestare le accuse è proprio Balich. “Sono insinuazioni ridicole – ha detto al quotidiano bresciano – per l’opera ho preso ispirazione dal pavimento della cattedrale di Otranto e per costruirla, dalla piazza del Campidoglio disegnata da Michelangelo. Chi potrebbe fare un albero con la base circolare se non quadrata?”. E il curatore dello spazio bresciano in Expo Giancarlo Turati parla di “ostacoli da sprovveduti, stranamente a pochi giorni dal via libera”.