BRESCIA – Brescia, massaggi “hot”. Sequestrati conti e beni a coppie cinesi nullatenenti

0

La Direzione Investigativa Antimafia di Milano ha portato a segno un’operazione contro lo sfruttamento della prostituzione. In particolare, sono stati sequestrati sei edifici e nove attività commerciali, compresi due ristoranti cinesi della provincia di Brescia e vari conti correnti per 2 milioni di euro.

Con la direzione distrettuale di Brescia si è data esecuzione a una misura di prevenzione patrimoniale verso due cinesi indagati per sfruttamento della prostituzione.

Le indagini della Polizia giudiziaria hanno permesso di capire come, usando centri di massaggio a Brescia, in versione “hot” secondo l’accusa, due coppie di coniugi cinesi erano riusciti a crearsi un ricco patrimoniale nonostante per il fisco fossero nullatenenti negli anni precedenti. Il tribunale di Brescia, su proposta della Dda, ha sequestrato tutti beni come prevede il testo unico delle leggi in materia di Antimafia.