PALAZZOLO – Borse di studio “a pioggia” per 13 mila euro. Premi anche da un privato e dagli alpini

0

Il Comune riconosce e valorizza il talento dei suoi studenti migliori con la consegna, che si terrà sabato 6 dicembre alle ore 15,30 nella sala conferenze della biblioteca “G.U. Lanfranchi” sul Lungo Oglio Cesare Battisti 17, di 55 borse di studio. Contributi che aiuteranno i giovani studenti e le loro famiglie a sostenere alcuni costi per la prosecuzione del loro percorso di studio, a partire dall’acquisto di libri e materiale didattico, ma che rappresentano nel contempo uno strumento con cui il paese intende promuovere l’istruzione e la cultura, individuando in esse la strada maestra per la crescita, l’evoluzione e il progresso di tutta la comunità.

In particolare, saranno 50 le borse di studio che verranno assegnate per iniziativa del Comune: 40, del valore di 200 euro ciascuna, saranno destinate a giovani iscritti alla scuola secondaria di secondo grado, mentre 10, da 500 euro, sosterranno il percorso universitario di studenti che si sono iscritti al primo anno in un ateneo italiano. Complessivamente ammonterà, quindi, a 13 mila euro il contributo del Comune, che nel criterio di assegnazione delle borse di studio ha valutato sia il merito scolastico sia la condizione economica della famiglia tramite la dichiarazione Isee. Ai contributi messi a disposizione dal Comune si sono affiancati quelli di un benefattore privato, che ha inteso finanziare altre tre borse di studio, del valore di 1.000 euro ciascuna, da assegnare ad altrettante studentesse iscritte al secondo anno di università, o successivi, che abbiano ottenuto brillanti risultati.

Anche in questo caso la commissione Pari opportunità del Comune, incaricata di esaminare le richieste pervenute, ha assegnato i contributi sulla base del merito scolastico, ma anche del reddito familiare. Infine, nel corso della cerimonia di sabato 6 dicembre, saranno premiati con borse di studio del valore di 150 euro ciascuna anche alcuni studenti palazzolesi, residenti a San Pancrazio, iscritti al primo anno di una scuola secondaria di primo grado, che si siano distinti per particolari meriti a conclusione dello scorso anno scolastico. Il contributo, in questo caso, è stato messo a disposizione dal gruppo alpini di San Pancrazio.

“È con grande soddisfazione che nella nostra città vengono assegnate per la prima volta, grazie anche all’impegno di tutto il gruppo di giovani della civica ‘Città in Testa’, delle borse di studio per aiutare il percorso formativo di ragazze e ragazzi – dice Gianmarco Cossandi, assessore alla Cultura del Comune.- Ancora una volta si dimostra come grande è l’attenzione posta da questa amministrazione ai giovani e al mondo scolastico nella consapevolezza che l’istruzione e la cultura sono strumenti di crescita, evoluzione e progresso di tutta la cittadinanza. Fa inoltre piacere che l’iniziativa dell’amministrazione non sia rimasta una proposta isolata, ma che anche un privato e un’associazione abbiano deciso di contribuire a riconoscere il merito di alcuni giovani in un’ottica di condivisione e di impegno comune per la crescita della propria comunità”.