GANDINO (BG) – Mais spinato nel registro nazionale delle specie da conservare. Primo seme in Lombardia

0

Il ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha formalizzato nelle ultime settimane il decreto, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 6 novembre scorso, che inserisce il mais spinato di Gandino nella sezione speciale del “Registro Nazionale delle Varietà da Conservazione di specie agrarie e ortive”.

Per il paese bergamasco, primo luogo in Lombardia in cui il mais fu coltivato nei primi decenni del ‘600, è un ulteriore importante traguardo e un nuovo primato: è il primo seme a ottenere questo riconoscimento in tutta la Lombardia, seguito dalla cipolla rossa di Breme (Pavia) e dalla Zucca Mantovana.

Come previsto dal decreto regionale 11 ottobre del 2013, n. 9167 la procedura era stata attivata lo scorso 11 febbraio con una pubblica audizione a Gandino. Domani, lunedì 1 dicembre alla Fiera di Bergamo di Gourmarte, consiglieri e funzionari regionali, insieme ai rappresentanti della comunità del mais spinato di Gandino presenteranno le peculiarità del seme e le ulteriori linee progettuali di sviluppo.

DECRETO DI ISCRIZIONE