BRESCIA – Legge Fornero, Camera toglie penale su pensioni anticipate. Cgil: “E’ nostro successo”

0

Se il Parlamento confermerà fino in fondo le modifiche passate mercoledì in commissione Bilancio della Camera si sarà creata un po’ di giustizia nelle norme che rimangono comunque pesantemente ingiuste della legge Fornero sulle pensioni. Con l’emendamento approvato – si legge in una nota della Cgil di Brescia – vengono eliminate le penalizzazioni per chi può accedere al pensionamento anticipato entro il 2017 in deroga ai requisiti di età anagrafica prima dei 62 anni.

Questa norma era stata interpretata fino alle più assurde forzature arrivando addirittura a penalizzare i lavoratori ex Inpdap per le giornate di sciopero effettuate nel corso di tutta la vita lavorativa oppure a penalizzare i lavoratori costretti al pensionamento anticipato dalle condizioni di salute anche derivanti dall’esposizione all’amianto. La cancellazione di questi odiosi corollari della riforma del governo Monti è il frutto della costante azione di denuncia fatta dalla Camera del Lavoro di Brescia, dalla Funzione Pubblica anche con iniziative unitarie che hanno coinvolto i parlamentari bresciani e non solo, della raccolta di migliaia di firme e della mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori.

Questo risultato dice che cambiare si può e che qualche volta – continua la nota – quando i parlamentari ascoltano i lavoratori e il sindacato invece di deridere e disprezzare, possono anche fare qualcosa di buono. È con questa consapevolezza che da settimane la Cgil è mobilitata per modificare la Legge di Stabilità e il Jobs Act e chiedere un radicale cambio di passo nelle politiche economiche. Lo sciopero generale del 12 dicembre con manifestazioni a livello territoriale (a Brescia alle 9 da piazza Garibaldi) sarà una tappa importante di questo percorso.