DESENZANO – Il progetto di riqualificazione della fascia a lago

0

Nell’ultima seduta del consiglio comunale di Desenzano, in risposta all’interrogazione del consigliere Massimo Rocca sulla nuova passeggiata, il vicesindaco Rodolfo Bertoni ha illustrato il progetto complessivo dell’amministrazione Leso riguardante la riqualificazione del sistema a lago, di cui fa parte il proseguimento della passeggiata dalla Spiaggia d’oro di Rivoltella all’area verde di via Lario (e nel 2016/2017 fino alla Maratona).
Il progetto, ha spiegato Rodolfo Bertoni, assessore ai Lavori pubblici, «è considerato non solo da questa amministrazione, ma anche dagli operatori turistici della nostra città come strategico per un decisivo rilancio turistico di Desenzano, che necessita di nuove infrastrutture e di ammodernamento di quelle esistenti, in particolare sulla fascia a lago. La realizzazione di quest’opera è stata condivisa con gli stessi operatori, che hanno accolto di buon grado la proposta di destinare una quota rilevante della tassa di soggiorno 2013 a questo intervento».

Il progetto è strategico, perché si inserisce all’interno del cosiddetto sistema a lago, a cui fanno riferimento tutti quegli interventi di riqualificazione, valorizzazione e sviluppo di aree a lago di pregevole valore ambientale, mediante il potenziamento delle infrastrutture a lago, rendendo disponibile una maggiore area costiera e una maggiore fruizione degli spazi pubblici (spiagge, porti, oasi, ecc.).

Il valore del progetto, ha precisato Bertoni, «sta nel collegamento della zona costiera di Rivoltella, dalla Spiaggia d’oro alla Maratona di Desenzano, per consentire agli ospiti e agli abitanti della nostra città di godere dello splendido paesaggio lacustre, ma anche di poter usufruire di qualche centinaio di metri lineari di spiaggia in più, di cui Desenzano ha estremamente bisogno, dato che su quasi 8 km di costa del nostro comune, forse uno o poco più sono fruibili al pubblico. Mentre in altre cittadine lacustri vicine negli ultimi anni si è investito per realizzare tratti significativi di passeggiate a lago, qui, per varie ragioni, non si è mosso niente».
L’amministrazione, per realizzare il progetto, è partita dalla riqualificazione dei giardini della Maratona insieme all’area di parcheggio, per continuare quest’inverno con la passeggiata a lago tra Rivoltella e Desenzano, provvedendo per l’estate prossima a ripiantumare un canneto nella zona del Vò grazie a un finanziamento della Fondazione Cariplo.

Rimane da sistemare quel tratto di lungolago che va dalla spiaggia dei Feltrinelli al centro balneare del Desenzanino (riqualificazione legata a un programma integrato di intervento attualmente fermo). L’amministrazione sta anche affrontando la questione dell’ex area Grigolli, per annetterla al patrimonio comunale, il che consentirebbe di prolungare la passeggiata a lago e la fruizione della spiaggia fino all’area di proprietà comunale in concessione alla Lega Navale. Infine nel Piano Opere Pubbliche 2016 è prevista la prosecuzione della passeggiata a lago di Rivoltella fino all’area verde demaniale, già in concessione al Comune, nei pressi di Villa De Asmundis.
«Naturalmente – ha sottolineato Bertoni – perché questi progetti si tramutino in concrete realizzazioni c’è bisogno di corposi finanziamenti, che, dato il frangente storico, non sono facilmente reperibili. Da qui, la scelta decisiva di questa amministrazione di affidare all’Autorità di bacino di Salò la gestione dei proventi derivanti dalle concessioni portuali ed extraportuali ha consentito e consentirà nei prossimi anni di avere a disposizione dei finanziamenti importanti per Desenzano sulle aree costiere e sui porti appartenenti al demanio lacuale. Senza questo passo i progetti avrebbero rischiato di restare sulla carta».

Il progetto della passeggiata a lago Rivoltella-Desenzano è diviso in due parti.

La prima parte riguarda lo stralcio del camminamento dalla Spiaggia d’oro fino al manufatto in cemento che separa la spiaggia davanti all’Idroscalo da quella di via Lario: le opere sono state autorizzate in sede di conferenza di servizi il 14 aprile 2014 e la gara d’appalto è stata condotta dall’Autorità di bacino di Salò il 29 settembre 2014. La ditta aggiudicataria è la Gasparini Davide Costruzioni srl di Idro; il valore complessivo dell’opera è di circa 400mila euro, finanziati per il 50 per cento con risorse proprie (tassa di soggiorno) e per il 50 per cento dall’Autorità di bacino. L’inizio dei lavori è previsto per dicembre e si prevedono 120 giorni continuativi di lavoro, quindi a fine aprile 2015 – tempo permettendo – l’opera dovrebbe essere pronta.
«L’intervento – dichiara Bertoni – è stato studiato perché si integri con il contesto ambientale del sito: il camminamento, largo due metri, è costruito a tratti in “levocell”, un impasto di cemento e ghiaia, e a tratti in listelli di legno di larice. Si poggerà o sul dado di fondazione esistente della cinta muraria dei Padri Rogazionisti, che insiste su proprietà demaniale, o sulla spiaggia antistante l’Idroscalo, anch’essa appartenente al demanio lacuale; sarà accessibile ai disabili e sarà illuminato nello stesso modo già realizzato nel tratto delle Fornasette, con luce bassa e soffusa. L’impatto ambientale è prossimo allo zero».

La seconda parte del progetto consiste nella manutenzione straordinaria dell’area verde di via Lario con la sottostante spiaggetta, su una parte della quale si appoggerà un altro tratto di passeggiata fino al confine del cantiere nautico Lepanto.
Tale progetto intende creare infrastrutture e servizi indispensabili per valorizzare l’utilizzo estivo del luogo come centro balneare. Gli interventi consistono nella realizzazione di camminamenti di larghezza pari a un metro e mezzo, per consentire l’accesso ai servizi igienico-sanitari, che saranno internamente ristrutturati in modo da realizzare un bagno per disabili oltre a due servizi igienici e docce e alla passeggiata a lago, che dovrà collegare questa area al centro balneare della Spiaggia d’oro con tratti di rampa aventi pendenza inferiore all’8% per essere accessibile a tutti.
I tragitti all’interno dell’area sono stati studiati per salvaguardare il verde e nel rispetto alla conformazione attuale del terreno. Si ricorda che anche qui il progetto, autorizzato in sede di conferenza di servizi, è stato oggetto di una gara d’appalto esperita dall’Autorità di bacino lo scorso 23 ottobre e vinta dalla ditta Antonutti. L’opera sarà finanziata per metà con risorse proprie (tassa di soggiorno e avanzo di amministrazione) e per l’altra metà dall’Autorità di bacino. L’avvio dei lavori è previsto per gennaio 2015, da coordinare con l’altro cantiere della passeggiata dalla Spiaggia d’oro. Il tempo stimato per l’esecuzione dei lavori è di novanta giorni consecutivi.