SONDRIO – “Mi prendo cura di te”, progetto di Inail e Anmil in Valtellina per il dopo infortunio sul lavoro

0

Per offrire un supporto alle persone che si infortunano sul lavoro e sopperire alla mancanza di assistenza qualificata nel dopo infortunio, Anmil e Inail con Valtellin@accessibile presenteranno giovedì 27 novembre alle ore 10,30, nella sala consiliare della Provincia in corso XXV Aprile 22, il progetto “Mi prendo cura di te – I disagi post-traumatici degli infortunati sul lavoro: presa in carico globale” realizzato grazie al cofinanziamento di Inail e con il contributo di ProValtellina onlus.

All’incontro ci saranno il presidente nazionale Anmil Franco Bettoni, il direttore regionale di Inail Lombardia Antonio Traficante, la psicologa e psicoterapeuta Sabrina Cantini, il direttore della sede Inail di Lecco e Sondrio Vittorio Tripi e l’assistente sociale della sede Inail di Sondrio Calogera Anna Lutri. I lavori saranno moderati dal presidente territoriale di Anmil Sondrio Emilio Roberto Giacomelli. Anmil da oltre 15 anni ha istituito un servizio di sostegno psicologico attraverso un numero verde dedicato cui rispondono esperti psicologi e inoltre promuove iniziative sia a livello nazionale sia territoriale con il supporto di gruppi di mutuo aiuto e di professionisti, oltre a progetti di ricerca come per esempio quella triennale effettuata con il Dipartimento di Psicologia generale dell’Università di Padova dedicata ai disturbi emozionali dopo un infortunio sul lavoro.

Con queste iniziative l’Anmil ha voluto sottolineare la carenza normativa del cosiddetto Testo Unico Infortuni che risale al ’65, il quale tra le forme di cura e riabilitazione delle vittime del lavoro non prevede alcuna assistenza psicologica, pur essendo un’esigenza fortemente sentita. Una carenza dunque sulla quale cerca di sensibilizzare le istituzioni ed oggi, con il supporto dell’Inail e di Valtellin@accessibile si inizierà ad offrire un aiuto agli infortunati del territorio di Sondrio.