BRESCIA – Importavano cocaina da Olanda per spacciarla nel bresciano, dieci arresti in Italia

0

I carabinieri del comando provinciale di Brescia, al termine di una serrata attività investigativa condotta dalla compagnia di Verolanuova e coordinata dalla Procura della Repubblica locale, hanno eseguito nelle province di Brescia, Lecco, Trieste e Sassari un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e numerose perquisizioni verso persone, per la maggior parte italiani, responsabili, a vario titolo, di traffico illecito droga.

L’attività svolta ha permesso di disarticolare l’intera filiera dello smercio di cocaina in provincia di Brescia, dalla continua importazione di ingenti quantità dall’Olanda fino alle cessioni delle singole dosi ai vari consumatori. E’ stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare a carico di dieci persone, di cui 8 in carcere e 2 ai domiciliari, fermato un indiziato per delitto di una persona e l’arresto ritardato di altri cinque ed emesso un decreto di perquisizione personale e locale verso altre 25 persone.

L’indagine, condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Verolanuova sotto la direzione della Procura della Repubblica di Brescia era iniziata nell’aprile del 2011 e ha consentito, nel complesso, di scoprire e comprovare la responsabilità degli investigati, a vario titolo, per una rete di smercio di ingenti quantità di cocaina importate dall’Olanda e immessi, principalmente, sul mercato al dettaglio in provincia di Brescia e, nel tempo, di arrestare altre tredici persone in flagrante per spaccio oltre a sequestrare circa 5 kg di cocaina e 24 mila euro in contanti provento dell’attività. Durante la fase esecutiva dell’operazione i militari hanno arrestato in flagrante altre tre persone per detenzione di droga e armi.