SAREZZO – Impianti sportivi, rinnovata per cinque anni la convenzione tra Comune e Unione delle società

0

Il Comune valtrumplino nei giorni scorsi ha rinnovato la convenzione con l’Unione delle società sportive del Comune di Sarezzo dall’1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2019. L’Unione delle società, nata nel 1991, ha un suo direttivo di undici membri composto dal presidente Claudio Guerini, da un vicepresidente e nove consiglieri, eletti dalle varie società sportive che la compongono (al momento 21 società). Con la convenzione, stipulata per la prima volta nel 1992 e da allora sempre rinnovata, il Comune dà in gestione all’Unione gli impianti sportivi sia di proprietà del Comune stesso sia di proprietà della Provincia di Brescia, concessi in uso al Comune.

Si tratta di due campi da calcio (in erba di via Verdi e in terra di via Gozzano), delle palestre della scuola media “Giorgio La Pira” e delle scuole primarie “Marcello Candia” di Ponte Zanano, “Ernesto Pintossi” di Zanano, “A. Soggetti” di Sarezzo, dei campi da tennis in via Fiume, delle due palestre polivalenti annesse all’istituto “Primo Levi” e del relativo soppalco. Per la gestione degli impianti sportivi il Comune ogni anno versa all’Unione un contributo di 36 mila euro ad integrazione dei ricavi della gestione non sufficienti, da soli, a coprire i costi connessi agli adempimenti a carico del gruppo delle società sportive.

L’Unione Sportiva infatti si occupa della programmazione di utilizzo degli impianti sportivi per assicurare l’accesso a tutte le realtà sportive con tariffe agevolate, interventi di manutenzione ordinaria degli impianti e dell’organizzazione di numerose manifestazioni sportive (“Natale dello sportivo”, “Lo Sport incontra la piazza” e torneo di palla a mano tra gli altri). Al Comune restano in carico gli interventi di carattere straordinario e i costi relativi a riscaldamento, illuminazione e consumi d’acqua. Per quanto riguarda i numeri, ci sono circa 1.600 persone che frequentano le strutture sportive comunali e nella stagione 2013/14 sono state assegnate nelle palestre circa 7 mila ore per le attività sportive e ricreative e oltre 1.000 ore per i campi di calcio.

Numeri che testimoniano l’amore dei saretini per lo sport, ma che danno anche il conto di una buona gestione delle strutture sportive comunali. A breve nelle strutture sportive verranno anche installati otto defibrillatori che, rispondendo ai recenti obblighi normativi, garantiranno una maggiore sicurezza agli sportivi. Inoltre, circa 90 persone aderenti alle società sportive parteciperanno ai corsi di formazione che saranno tenuti dal personale qualificato dell’Avis di Villa Carcina. L’acquisto dei defibrillatori e la formazione degli addetti sono stati possibili con il contributo delle Acciaierie Venete di Sarezzo sensibile al tema.