BRESCIA – Spiedo bresciano senza uccellini selvatici, scoppia la polemica sulla modifica alla legge

0

Spiedo bresciano senza i piccoli uccelli selvatici. E la tradizione va a farsi benedire. Questo è quanto dispone la modifica alla legge 157 del 1992, quella nazionale sulla caccia, che impedisce di vendere uccelli selvatici. La notizia è riportata dal GiornalediBrescia.it che spiega anche come non si possa importarli da un Paese che non sia l’Europa: niente commercio e nessun rapporto su specie che esistono comunque anche nel vecchio Continente.

Cosa vuol dire? Che lo spiedo con i volatili sarà a disposizione solo dei cacciatori dopo una giornata sui campi o per chi riceve in regalo uccellini. E rischia di essere una batosta per i molti ristoranti bresciani e soprattutto in Franciacorta, a Gussago, che fanno dello spiedo con uccelli il piatto tipico. I cacciatori non possono vendere il “bottino” alle attività commerciali, ma quando i clienti ordinano spiedo a base anche di volatili in realtà instaurano un rapporto di acquisto e vendita. E la polemica è già scoppiata.