LENO – 100 anni di modernità, mostra di foto in Villa Badia sul secolo dell’elettricità

0

Per “Natale è… la magia dell’attesa” che si terrà domani, domenica 23 novembre, nel paese della bassa bresciana tra i mercatini di solidarietà, Villa Badia propone la mostra “1914-2014: Leno cent’anni fa – Mostra fotografica sulla svolta di Leno verso la modernità”. Proprio cento anni fa Leno, grazie alla volontà di persone che presero a cuore il futuro del proprio paese, conobbe l’energia elettrica che arrivò nelle case di tutti e inaugurò le nuove scuole comunali, una grandissima struttura attiva ancora oggi.

Era il 27 maggio 1912 quando il consiglio comunale nominò Emilio Lazzari progettista e direttore dei lavori per la costruzione delle scuole elementari. Il 18 ottobre dello stesso ci fu l’inaugurazione e venne attivata la prima linea telefonica insieme alla tramvia, la linea ferroviaria ad energia elettrica. Era il 22 luglio 1914 quando, dopo accordi tra la quasi Tramvia elettrica della Bassa e il Comune bassaiolo vennero definite il numero e le fermate all’interno del paese.

“Le fermate sarebbero state due: una, che sarebbe servita anche il carico e scarico delle merci, nei pressi del Calzaturificio Bresciano ove è stato costruito il binario di scambio, l’altra, nell’abitato, fra la farmacia Dander ed il Caffè Zucchi. Le corse giornaliere ascendenti e discendenti sarebbero otto, impiegando per la tratta Brescia-Leno, 45 minuti” così raccontavano le cronache dell’epoca.

Il 12 settembre venne inaugurata l’elettrovia. Dopo tante discussioni, convegni, progetti e pratiche burocratiche, la bassa passò dal tronco tramviario Brescia-Leno. Le fotografie esposte arrivano dalla collezione privata di Luciano Rizzi ed Emilia Marazzi, mentre i testi sono di Daniele Lanfredi. La mostra sarà aperta domani dalle 10 alle 18. L’ingresso è libero.