CALVISANO – 18enne investita da treno sui binari, il paese della bassa è in lutto

0

Stazione di Brescia, treno regionale da Brescia a Parma delle 20,54, con fermata Calvisano, nella bassa bresciana. Era il mezzo che doveva prendere ieri sera Manuela Etim, 18 anni di origine nordafricana, nata a Castiglione delle Stiviere e che poche settimane fa aveva ricevuto la cittadinanza italiana.

Ma che per fretta o imprudenza non prenderà mai più. Ieri sera, infatti, distratta dalle conversazioni con la cugina o per altri motivi ha attraversato i binari per raggiungere il treno che l’avrebbe portata a casa, ma è stata investita in pieno da un convoglio merci che era diretto a Venezia.

Il treno che l’ha investita andava a una velocità corretta, ma il macchinista non ha potuto evitare l’impatto salvo poi frenare bruscamente. La ragazza, sbalzata a decine di metri di distanza, era stata portata in gravissime condizioni alla Poliambulanza di Brescia. Ma qui ha smesso di vivere. La cugina che l’accompagnava e con cui la 18enne stava parlando si è sentita male per lo shock ed è stata condotta all’ospedale “Città di Brescia”. La comunità di Calvisano è in lutto per la morte della ragazza che, come riporta il Giornale di Brescia, frequentava il “Capirola” di Ghedi e giocava nella squadra femminile del Rugby Calvisano.