MORBEGNO (SO) – Domenica la 23a giornata provinciale dell’Artigianato tra premi, visite e degustazioni

0

E’ tutto pronto per la 23a giornata provinciale dell’Artigianato in programma domenica 23 novembre. L’evento ogni anno richiama l’attenzione di molti soci, delle loro famiglie e delle istituzioni valtellinesi sul mondo dell’artigianato. La giornata, come da tradizione, rappresenta un’occasione per celebrare i valori tradizionali dell’artigianato e per rendere omaggio alle eccellenze espresse dal territorio. La giornata inizierà alle ore 9,30 con la messa nella chiesa di San Giuseppe in via V° Alpini. Alle 11, nella sala Ipogea sotto la stessa Chiesa, si terrà la cerimonia di premiazione.

Dopo il saluto del sindaco di Morbegno Andrea Ruggeri e del presidente della sezione Antonio Trivella, sarà il presidente della Confartigianato di Sondrio, Gionni Gritti, ad introdurre la giornata e a dare il benvenuto. La giornata proseguirà con la testimonianza “Il valore del lavoro come forma di reinserimento sociale” di don Antonio Loi, cappellano del carcere di Opera. Una presenza e una voce quella di don Antonio che si rifà allo spirito della giornata da sempre attenta agli aspetti umani e sociali del fare impresa e del lavoro. Dopo questo momento di riflessione la giornata entra nel vivo. Saranno infatti gli ospiti insieme ai presidenti delle sezioni territoriali a consegnare il riconoscimento agli artigiani che si sono distinti nella loro attività.

In questa edizione saranno premiati con un attestato di benemerenza e una medaglia d’oro sei artigiani individuati dalle rispettive sezioni oltre a cinque collaboratori dell’associazione in servizio da 25 anni. Il programma proseguirà con il pranzo conviviale nella stessa sala organizzato con i volontari della parrocchia dell’associazione San Luigi Gonzaga Oratorio di Morbegno Onlus. Nel pomeriggio i partecipanti potranno apprezzare alcuni angoli suggestivi della città con una visita guidata al Palazzo Malacrida, al Chiostro di Sant’Antonio e a una cantina di via Garibaldi in cui potranno degustare alcuni produzioni tipiche del territorio.

“Questa giornata dedicata all’artigianato, agli artigiani e ai loro valori non ha età – sottolinea il presidente Gionni Gritti.- L’edizione di quest’anno si ripropone con un nome nuovo quello di ‘Giornata’ anziché di ‘Festa’, ma lo spirito e gli obiettivi sono quelli di sempre. Gli artigiani e le loro imprese sono legati con il cuore al territorio e alle loro comunità e il miglior modo per celebrare la dimensione etica e sociale del lavoro artigiano è quello di ascoltare la loro testimonianza. La Confartigianato di Sondrio è onorata di poter dare un significativo contributo a far conoscere questa straordinaria ricchezza”.