NAVE – Donne vittime di violenza, torna il “posto occupato” in sala consiglio e degli uffici comunali

0

Il progetto “Posto occupato”, che tornerà dal 22 al 30 novembre, è stato proposto dall’ufficio della Consigliera di Parità Provinciale e dall’Associazione dei Comuni Bresciani e consiste nel riservare un posto per tutte quelle vittime di femminicidi che hanno pagato con la vita la sottomissione o il tentativo di riscatto.

“Posto occupato” è un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società. Questo posto si vuole riservare a loro, perché la quotidianità non lo sommerga. Per l’occasione il Comune riserverà un “posto” nella sala Consiliare e nelle sale d’attesa del sindaco e dei vari uffici comunali. Tutte le informazioni sul progetto si trovano sul sito internet.