BRESCIA – Maltempo, la provincia presenta il conto dei danni in Regione. Sono 900 mila euro

0

900 mila euro. Sono i danni, quantificati in prima battuta, del maltempo che nei giorni scorsi ha colpito la provincia di Brescia, provocando frane sulle provinciali e isolando intere frazioni nelle valli. Il conto è stato dato direttamente dai sindaci dei paesi colpiti ieri in un incontro in Regione Lombardia e il presidente Roberto Maroni ha detto loro di voler chiedere al Governo le risorse per lo stato di emergenza.

“I fondi devono essere adeguati – ha detto ieri il presidente della Provincia Pier Luigi Mottinelli presente al Pirellone con il consigliere di Palazzo Broletto Antonio Bazzani, delegato alla Costruzione e Gestione delle strade provinciali e alla Protezione civile – perché i danni subiti sono ingenti. Ora bisogna mettere in sicurezza le strade e le zone colpite dal maltempo. Spero che la Regione riesca a ricevere i fondi, dal momento che i Comuni sono bloccati dal Patto di stabilità”.

In particolare al Pirellone sono stati presentati vari interventi necessari con tutti gli importi da stanziare. Sulla Sp 294 Val di Scalve di Paisco Loveno 175 mila euro, per la Sp 53 Aiale-Irma-Marmentino in alta Valtrompia 150 mila euro su Bovegno e altri 250 mila per la Sp 53 su Marmentino. Poi per la Sp 116 Virle Tre Ponti di Villanuova sul Clisi al Comune di Nuvolera 70 mila euro e Sp V Tormini – Cunettone su Roè Volciano 40 mila euro. Poi ci sono altri interventi minori per 200 mila euro.