NEWGEN VOICE – Settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Un’occasione per riflettere

0

Dal 22 al 30 novembre si terrà la sesta edizione della settimana europea per la riduzione dei rifiuti.

Recenti studi hanno illustrato che ogni anno, in Europa, si producono 2,7 miliardi di tonnellate di rifiuti, di cui solo il 40% viene riciclato o riutilizzato. Nonostante gli Stati membri più virtuosi abbiano da tempo superato il 70%, la strada verso il rifiuti zero è ancora lunga ed in salita.

Scopo principe dell’iniziativa è mobilitare il maggior numero possibile di attori per attuare azioni di sensibilizzazione sulla riduzione dei rifiuti, il riutilizzo di prodotti e materiali di riciclo.

Nel nostro Paese, dove l’arte del riciclare e del riciclarsi è una delle più diffuse, soprattutto in politica, è una buona occasione per dimostrare che l’attività di trasformazione può essere esercitata anche a fine di bene.

La SERR nasce all’interno del Programma LIFE+ dell’Unione Europea, con lo scopo di coinvolgere l’opinione pubblica nelle politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto nei vari Paesi membri. La stessa Europa c’impone di ridurre gli sprechi con il settimo “Programma d’azione per l’ambiente”, denominato per l’appunto “Vivere bene dentro i limiti del nostro pianeta”.

Argomento di quest’anno sarà la lotta allo spreco alimentare. In Italia, nonostante la crisi, esso è pari al 2,4% del Pil. Oltre all’effetto immediato, ciò comporta ettari di suolo tolti alla vegetazione spontanea, metri cubi di acqua utilizzati nei diversi passaggi produttivi e tonnellate di anidride carbonica immesse nell’atmosfera.

Finalità della campagna è provare ad infondere l’idea che un vero cambiamento nel modello di sviluppo, a partire dallo stile di vita di ognuno per finire con un serio impegno politico, possa realizzare un obiettivo fondamentale e cioè che tutti abbiano accesso a un cibo sano, nutriente e giusto. Un cambiamento fondato su criteri di sostenibilità ambientale, di biodiversità, di rispetto per le colture e per l’ambiente, contro un sistema che non fa altro che generare sprechi e scontri tra le civiltà.