MILANO – 25 anni di Carta dei Diritti Infanzia, il 20 novembre sarà distribuita nelle farmacie italiane

0

Giovedì 20 novembre si celebra in tutto il mondo l’anniversario della firma della Carta dei Diritti dell’Infanzia approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1989. Ancora oggi, a milioni di bambini nel mondo i diritti più basilari sono negati. La Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus aiuta l’infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo e vuole ricordare questo anniversario con un’azione di sensibilizzazione e di aiuto concreto a migliaia di bambini. Giovedì i volontari della Fondazione saranno presenti in 800 farmacie in tutta Italia per distribuire la Carta dei diritti dei bambini e invitare i clienti ad acquistare farmaci da banco a uso pediatrico, alimenti per l’infanzia e altri prodotti baby care che saranno donati a 160 case famiglia ed enti che aiutano l’infanzia sul territorio italiano e in Haiti all’Ospedale NPH Saint Damien, unico pediatrico di questa isola del Quarto mondo.

“Sono grata a tutti i partner di questo lavoro di squadra che riunisce i farmacisti in prima linea con i loro clienti, le aziende, impegnate in una giornata di volontariato d’impresa con i loro dipendenti, volontari, enti beneficiari, Regioni e Comuni patrocinanti, radio e tv, in un’azione comune di responsabilità sociale per portare aiuto concreto a tanti bambini e famiglie colpiti da povertà sanitaria in Italia” afferma Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione Francesca Rava. Federfarma e Cosmofarma sono partner istituzionali di “In farmacia per i bambini” realizzata con KPMG, il sostegno e la collaborazione di Mellin e Solgar. L’iniziativa ha l’adesione della Presidenza della Repubblica, il patrocinio del Consiglio dei Ministri, delle Regioni Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto, dei Comuni di Firenze, Genova, Milano, Reggio Emilia, Roma, Verona, Casteggio, del segretariato sociale della Rai. E’ realizzata con la partecipazione di Assofarm e Lloyds Farmacia Comunale. Partecipano Federfarma Servizi, FederFarmaco, FederAnziani e Unitalsi.

“Partecipiamo con impegno a questa iniziativa perché crediamo in una farmacia che non sia solo struttura sanitaria e primo presidio del servizio sanitario nazionale, ma abbia anche una forte valenza sociale e perciò contribuisca ad attirare l’attenzione sui diritti dell’infanzia. In farmacia registriamo quotidianamente le difficoltà di tante famiglie e sappiamo che ormai ai bambini dei paesi economicamente meno fortunati, si aggiungono tantissimi bambini italiani che vivono in condizioni di povertà, non mangiano sufficientemente, non possono essere seguiti come dovrebbero. Per questi bambini vogliamo fare qualcosa, un impegno in linea con la mission della farmacia di tutelare la salute dei cittadini e di svolgere nella società un ruolo che diventerà sempre più attivo, anche con l’introduzione di nuovi servizi sociosanitari di informazione e di prevenzione” ha dichiarato Annarosa Racca, presidente di Federfarma.

“La Fondazione Francesca Rava si occupa da vari anni di salute e bambini – dice Dino Tavazzi, consigliere delegato di Sogecos e Cosmofarma – e promuove una manifestazione particolarmente vicina a Cosmofarma, animata cioè dagli stessi intenti: quelli di rendere il servizio farmaceutico più prossimo ai bisogni delle persone. Partecipiamo quindi con grande piacere a questa iniziativa perché crediamo nel ruolo sociale delle farmacie, soprattutto quando si occupano di bambini bisognosi, in Italia e in altri Paesi del mondo. Il mondo del volontariato è contiguo a quello di chi, professionalmente, si occupa del benessere fisico dei cittadini. Ecco perché Cosmofarma ha scelto di rappresentare idealmente il mondo delle farmacie in questa raccolta di

medicinali, alimenti e prodotti sanitari che le coinvolgerà in modo diretto”. Testimonial dell’iniziativa è Martina Colombari, volontaria della Fondazione, con una campagna resa possibile dalla collaborazione di radio, tv, stampa e social network tra i quali la pagina Facebook della
Fondazione in cui saranno pubblicate in tempo reale le foto dei volontari da tutta Italia. “In farmacia per i bambini” promuove la responsabilità sociale del farmacista, figura di riferimento nella sua comunità e di molte aziende che hanno donato i loro prodotti e messo a disposizione i loro collaboratori in un’azione di volontariato d’impresa: Bayer, Bracco, BNP Paribas Securities Services, Edelman, Fondazione Vodafone, Helan, Nestlé MIO, Nutricia, Q8, QuEST Global, Zambon, oltre a KPMG, Mellin e Solgar.

All’iniziativa aderisce anche Farmindustria con un appello alle aziende associate per la donazione di prodotti. Nelle farmacie aderenti i volontari distribuiranno la Carta dei Diritti dell’Infanzia: tra questi verrà sottolineato il diritto alla vita e ad una famiglia, minacciato anche in Italia dalla crescente emergenza sociale dell’abbandono neonatale, a fronte del quale la Fondazione Francesca Rava e KPMG hanno ideato il progetto nazionale di tutela “Ninna ho” che informa le madri in difficoltà sul diritto di partorire in anonimato in ospedale e sulla presenza di culle termiche salvavita presso un network di ospedali distribuiti in tutta Italia. Per conoscere l’elenco delle farmacie che aderiscono alla campagna si può visitare il sito internet, mentre qui si può vedere lo spot in onda in tv.