BRESCIA – Nuova governance per il Centro servizi multisettore e tecnologico, presentata in Aib

0

Csmt 2.0, ovvero il piano di rilancio del Centro Servizi Multisettoriale e Tecnologico di Brescia, è stato presentato stamattina nella sede dell’Associazione Industriale Bresciana, che figura tra i soci principali della società consortile. Ad illustrare il ridisegno nella governance del Csmt sono stati il vice presidente di Aib allo Sviluppo d’impresa, Innovazione ed Economia Paolo Streparava, il presidente del Csmt Riccardo Trichilo e il direttore del Centro, Gabriele Ceselin. “Aib ha voluto e sostenuto con forza la candidatura alla presidenza di Riccardo Trichilo, ritenendolo il più adatto a riorganizzare il Csmt per farne uno strumento di trasferimento tecnologico efficace.

Questa struttura rappresenta una grande opportunità e deve diventare la casa per i nostri associati che vogliono fare innovazione” ha sottolineato in apertura il vice presidente Streparava. “Un nuovo modello di business affinché il Centro sia in grado di leggere i bisogni delle aziende in termini di innovazione e trovare risposte e risorse a queste necessità. Innovare costa e richiede notevoli competenze in svariati ambiti, il Csmt vuole metterle a disposizione delle imprese e della comunità facendo rete con tutti gli attori economici e sociali, a cominciare dall’Università, per contribuire alla competitività, all’attrattività e alla sostenibilità dello sviluppo del territorio” ha ricordato Riccardo Trichilo.

Il direttore Gabriele Ceselin ha poi passato in rassegna le principali novità tra i servizi offerti alle imprese dal Csmt, che prima di tutto vuole essere un ponte tra ricerca e impresa. Particolare rilevanza rivestono il Centro di Competenza “Pressocolata”, dal quale nascerà una scuola di pressocolata di valore internazionale e un percorso formativo assimilabile a un master con uno specifico diploma o certificazione (High Pressure Die Casting Engineering coordinator o High Pressure Die Casting Technologist coordinator) e il Centro di competenza “Health & Wealth”, strettamente connesso con l’omonimo piano di sviluppo lanciato dall’Università di Brescia.

Altra novità è il Centro di competenza “Public funding”, in grado di offrire consulenza e management nelle attività legate alla partecipazione delle imprese a bandi di finanziamento nazionali e comunitari per reperire risorse da destinare a progetti innovativi. All’interno del Csmt sono poi attivi i centri di competenza “Lean management e processi gestionali”, “Sviluppo e sostenibilità del prodotto” e “Profibus/Profinet”. Il nuovo piano di sviluppo, come ricordato dal presidente Trichilo e dal direttore Ceselin, mira infine a una piena sostenibilità economica dell’attività del Centro di via Branze, che entro il 2017 dovrà avere il bilancio in pari, raddoppiare il fatturato e aumentare i propri clienti in misura consistente.