NAVE – Lavori al gas, protesta dipendenti alla Stefana. Martedì possono tornare al lavoro

0

Problema risolto. Martedì 18 novembre i 260 operai della ditta Stefana di Nave che da giorni tengono un presidio davanti alla sede e dopo aver occupato la Ss 237 del Caffaro verso la Valsabbia possono tornare al lavoro. La protesta era nata dopo che l’azienda aveva comunicato ai dipendenti la necessità di intervenire sulle condutture del gas, materia prima fondamentale per l’impresa e da controllare, oltre a concordare un altro prezzo per il combustibile.

E ieri la stessa azienda, tramite i sindacati, ha confermato che la distribuzione del metano è stata sistemata. Nei giorni scorsi altre forme di protesta erano state organizzate alle sedi di Ospitaletto e Montirone dell’azienda. Ma i presidi non si fermano. Andranno avanti fino a martedì quando i lavoratori torneranno davanti alle macchine per riavviare la produzione.