BRESCIA – Turismo Lago Iseo, assessore Parolini incontra operatori: “Ente unico per pensare in grande”

0

“Le parole d’ordine sono fare sistema e unire forze e risorse: solo così possiamo essere massa critica, affrontare e vincere le sfide che ci pone il mercato globale”. Mauro Parolini, assessore regionale al Commercio, Turismo e Terziario ha chiamato stamane a raccolta chi si occupa del turismo sul lago d’Iseo. Al Pirellino di Brescia, sindaci, operatori turistici, rappresentati di istituzioni pubbliche e private, corpi intermedi, associazioni di categoria e consorzi impegnati nella promozione turistica del lago sul territorio bresciano e bergamasco.

“Negli ultimi anni la Regione ha impiegato ingenti risorse e – ha spiegato l’assessore – ha assunto un ruolo da protagonista nel guidare il passaggio dal passato industriale allo sviluppo della vocazione turistica di questo territorio. Sono stati spesi più di 15 milioni di euro in interventi, infrastrutture, promozione e turismo sostenibile. Adesso è giunto il momento di intensificare questo impegno e superare ogni tipo di frammentarietà. La ricchezza naturalistica e culturale dell’area turistica del lago d’Iseo sono elementi da non sottovalutare, che ci impongono, anzi, di pensare in grande.

Per affermarsi, essere visibili e attrattivi nella vastità della piazza globale – ha continuato – occorre aumentare la nostra dimensione e mettere in rete tutte le nostre energie”. Secondo Parolini “nonostante il perdurare della crisi, il settore turistico rappresenta una grande opportunità da cogliere insieme, non solo in concomitanza di Expo 2015, ma per la creazione di un solido asset strategico nel lungo periodo”. Da questa prospettiva l’annuncio dell’assessore Parolini di mettere a disposizione “un fondo da 100 mila euro per favorire e incentivare una forma sovracomunale stabile, concreta e operative di unità.

Un interlocutore unico che includa i soggetti pubblici e privati, raccolga istanze del territorio, organizzi i servizi e promuova il brand Lago d’Iseo in una prospettiva di sviluppo comune attraverso scelte strategiche come: l’individuazione di mercati target, la partecipazione alle fiere internazionali e la promozione dell’area turistica sul web e sui media internazionali”.