CHIARI – Madre e figlio entrano in casa di un’anziana per rubare, carabinieri sventano il furto

0

Nel pomeriggio dell’8 novembre scorso in via Milano nel paese della bassa bresciana, su richiesta della centrale operativa del comando, i militari della stazione locale sono intervenuti nell’abitazione di una 79enne presso la quale si stava consumando un furto. Solo il rapido intervento dei carabinieri sul posto ha permesso di bloccare e identificare sul luogo del fatto, un attimo prima che si dessero alla fuga per le vie limitrofe, due nomadi di origine italiana, madre e figlio minorenne.

Nello specifico la donna, supportata dal figlio che la attendeva in strada fungendo da “palo”, si era introdotta nell’abitazione dell’anziana dirigendosi nella camera da letto dove iniziava a frugare. La vittima, impegnata nelle faccende domestiche, si accorgeva della presenza della nomade e si metteva a urlare con l’intento di cacciare la malfattrice. Le urla della donna hanno richiamato l’attenzione di una famiglia vicina che, accortasi dell’accaduto, ha allertato il 112 richiedendo l’intervento di una pattuglia.

A seguito della denuncia presentata successivamente ai militari dell’arma e dalla testimonianza raccolta da una vicina di casa, sono stati raccolti a carico dei due nomadi indizi che hanno permesso di arrestarli. E denunciare suo figlio per il reato di tentato furto aggravato in abitazione. Dopo la convalida dell’arresto e la richiesta di patteggiamento, il gip del tribunale di brescia ha applicato nei confronti della nomade 1 anno di carcere e 300 euro di multa.