Serie A di rugby, pesante sconfitta del Patarò Lumezzane contro Colorno

0

HBS COLORNO 58 – 5 PATARò LUMEZZANE

HBS COLORNO: Corso (19′ pt Magri); Canni, Castagnoli, Pace, Terzi (24′ st F. Silva), Ceresini, Boccarossa (20′ st Bronzini); Birchall, Pop (16′ st Slawitz), Borsi; Da Lisca, Contini; Tripodi (20′ st Palma), M. Silva (20′ st Buondonno), Goegan (9′ st Hughes). A disposizione: Sanfelici. Allenatore: Mordacci

PATARO’ LUMEZZANE: Masgoutiere; Appiani(1′ st Apostoli), Gabba (31′ st S. Cavagna), Zaffino(16′ st Raza), Costantini, Tamburri, Bosio; Cuello (39′ pt Bugatti), Bellandi, Rizzotto; Scotuzzi, Montini (39′ pt Nicol); Magli (1′ st Piciaccia), Cairo, Aluigi (24′ st G. Cavagna). A disposizione:  Vitrani. Allenatore:Gosling

Arbitro: Bolzonella

Marcatori: Pt: 2′ c.p. Pace, 16′ meta tecnica Colorno tr. Pace, 24’m Canni; 32′ c.p. Pace; St: 9′ Canni tr. Pace, 16′ m Scotuzzi, 20′ m Magri tr. Pace, 24′ m Da Lisca tr. Pace, 33’m Bronzini tr. Pace, 37′ m Borsi tr. Pace, 39′ m Bronzini.

Note: Fine pt: 18-0 ; spettatori: 200, Cartellini gialli:16′ pt Aluigi, 38′ pt Cuello, 39′ st Nicol. Man of the match: Canni

La classifica non mente e il Patarò Lumezzane non riesce a fermare la marcia trionfale del Colorno, che rimane imbattuto e prima forza del girone 2 della serie A. I parmensi, davanti al proprio pubblico, archiviano la pratica e si assicurano  la vittoria già al 20° del primo, tenendo i valgobbini alla larga dai propri 22 e dominando in mischia ordinata. Proprio da questa fase del gioco il Quindici di Mordacci ricava la prima punizione della partita, infilata tra le Acca dal centro Pace, la segnatura tecnica arrivata al 16′  e lo spunto per lanciare l’ala Canni in meta a siglare il 15 -0. Il primo tempo si chiude sul 18 -0, grazie ad un altro piazzato realizzato da Pace. I valgobbini timbrano il cartellino nei 22 avversari in tre occasioni, senza rendersi mai troppo pericolosi e perdendo l’ovale. Una sola la possibilità concessa dai parmensi agli ospiti: il calcio piazzato sbagliato da Zaffino al 19′.

In avvio di ripresa i rossoblù varcano con più costanza la metà campo avversaria, ma la squadra di Mordacci fa buona guardia e, sfruttando un’avanti commesso dal Lumezzane a ridosso dalla linea di meta, sigla un’altra marcatura: una pedatona di Magri lancia l’ala Canni tra i pali.

rugby_lumezzane_logoPoco dopo arriva l’unica segnatura degli ospiti creata sugli sviluppi di una rimessa laterale con il seconda linea Scotuzzi, unico rossoblù in grado di vincere il duello fisico con gli avversari,che schiaccia di prepotenza. Zaffino non trova la trasformazione. Colorno non abbassa mai l’asfissiante ritmo di gioco e prima del triplice fischio ferisce altre 5 volte il collettivo ospite che non demorde,ma arranca e concede ampi varchi ai gialloneri abili tanto a creare la superiorità numerica, quanto a bucare la linea difensiva.

” Colorno ha un livello di gioco superiore al nostro è oggi (ieri ndr) la differenza si è vista – commenta coach Gosling – . Questa squadra è una delle più attrezzate del girone e gioca ad un ritmo e con un’intensità alla quale non siamo abituati. Abbiamo sofferto molto in mischia chiusa e patito la loro velocità e reattività, oltre che subire l’impatto fisico. Dobbiamo guardare avanti e pensare a infilare qualche successo nelle  4 partite che rimangono prima della conclusione della prima del campionato. Durante le prossime due settimane di pausa dobbiamo ripensare e rivedere il nostro gioco e la preparazione alle partite.”

” Si è vista la differenza tra una squadra abituata a giocare a questo livello e un collettivo come il nostro che due anni fa militava in serie C – spiega il tecnico Ivan Zanchigiani – . Colorno è formazione attrezzata e compatta e noi abbiamo subito parecchio l’impatto fisico.”