MARCHENO – Tavolo di educazione, Comune e agenzie formative ripartono dai social network

0

Nel paese della Valtrompia, promosso dall’assessorato all’Istruzione, Cultura e Politiche giovanili con “Impronta di Famiglia”, è attivo il progetto “Nemo” finanziato dalla legge regionale 23/99 di cui ente sono Fraternità Impronta ed Impresa sociale scs onlus insieme all’associazione “Treatro Terre di confine”, Casa dello studente, L’altro paese e L’Alveare VTS con i Comuni di Marcheno, Gardone Valtrompia e Bovegno e con le scuole di Marcheno e Bovegno. Le finalità individuate dal progetto “Impronta di famiglia” sono frutto di analisi dei bisogni effettuate nel tavolo educativo attivo da quattro anni sul territorio di Marcheno.

Il progetto vuole ricostituire e rilanciare un tavolo educativo permanente (gruppo di pensiero e di lavoro, composto da rappresentanti di tutte le agenzie formative del contesto locale), inteso come osservatorio e regia di rete centrale esteso non solo al territorio di Marcheno, favorire rete e raccordo tra le progettazioni educative delle varie agenzie formative locali, nel rispetto delle singole autonomie, per promuovere l’arricchimento reciproco, la consapevolezza delle varie priorità e progettazioni realizzate dalle singole agenzie, definizione di piste orientative condivise, dall’infanzia alla adolescenza, ottimizzazione di risorse. Poi potenziare la diffusione del Patto Educativo di Comunità, inteso come sentimento e bussola di riferimento valoriale.

Le indicazioni del Pec dovrebbero orientare la funzione educativa degli educatori locali, nella vita di relazione con bambini e ragazzi, attraverso la concretizzazione di micro-eventi orientati sui contenuti del Patto Educativo di Comunità e realizzati in sinergia tra il tavolo educativo e le agenzie locali. Infine, incrementare le competenze pedagogiche ed educative nell’ambito della genitorialità, con particolare riferimento alla fascia evolutiva 0/16 anni (tematiche e questioni ad hoc per l’età in oggetto). Le azioni previste dal progetto a Marcheno riguardano le attività del tavolo educativo che si concretizzano in momenti di formazione su temi educativi e in momenti ludico e formativi rivolti ai giovani. Per questi ultimi infatti è partito un ciclo di laboratori teatrali che vede coinvolti 17 ragazzi di età compresa tra i 12 e i 16 anni.

E’ prevista la realizzazione di un ciclo di incontri da realizzarsi all’interno della scuola. Per gli adulti e l’intera comunità educante sono previsti tre incontri formativi che tratteranno la tematica dei nuovi mezzi di comunicazione programmati per il 17 e 24 novembre e l’1 dicembre con Stefano Contardi e Luisa Ravagnani, giudice esperto al Tribunale di sorveglianza di Brescia e criminologa, che curerà la formazione degli adulti sul tema “Social network e responsabilità adulta”. Venerdì 14 novembre saranno presentati nei dettagli le attività previste per quest’anno 2014-15.