RODENGO SAIANO – Scenari del manifatturiero, il 21 novembre torna “Summit” al museo del lavoro

0

“Il pianeta delle scimmie 4.0” è il suggestivo titolo (che era anche quello di un film del 1968 e di un romanzo del 1963 dello scrittore francese Boulle) della quinta edizione di “Summit”, congresso promosso dal settore terziario di Aib presieduto da Paolo Chiari, rivolto a imprenditori, manager e professionisti che coinvolge esperti del mondo accademico, industriale e istituzionale che illustreranno ai partecipanti, con l’aiuto di casi industriali di successo, le trasformazioni in atto e gli scenari futuri.

Il manifatturiero è ancora la forza propulsiva dell’economia europea, ma in questi anni di crisi i livelli produttivi sono calati del 10% e sono andati persi 3 milioni di posti di lavoro. Per ripartire, il manifatturiero europeo deve ridurre drasticamente i costi dei suoi prodotti, se vuole far fronte alla pressione competitiva dei Paesi emergenti nei quali la manodopera costa molto meno. È qui che entra in campo l’efficienza dei processi produttivi. Per aiutare le piccole e medie imprese a migliorare le basi tecnologiche degli impianti, è da qui che si svilupperà l’industria 4.0.

Due gli appuntamenti in programma il 21 novembre al Musil di Rodengo Saiano: in mattinata “Summit Professional” (solo su invito), il cui obiettivo è quello di capire come far crescere il valore dell’Ict nel manifatturiero, mentre al pomeriggio dalle 14 cinque filoni di discussione caratterizzeranno i lavori: con l’economista Geminello Alvi che dalle rivoluzioni industriali condurrà la platea alla rivoluzione globale. Con Edoardo Zanon, direttore scientifico del centro studi Leonardo 3, che parlerà della macchine automatiche, della rivoluzione che il genio di Vinci voleva ma non poteva e dell’automa programmabile.

I casi di successo che vedono uniti ict e manifatturiero saranno Stain-Beretta, Engineering Petronas e Personal Data-Tovo Gomme, mentre della fabbrica iperintelligente parlerà Marco Taish docente al Politecnico. Una tavola rotonda con il presidente di Aib Marco Bonometti, quello degli ingegneri Marco Belardi, Geminello Alvi e Vincenzo Esposito, direttore divisione Smb di Microsoft, concluderà i lavori.