RONCADELLE – Roncadelle piange Giovanni Zanardello, il suo ultimo “slalom” in canoa in Nepal

0

Il paese della bassa bresciana piange Giovanni Zanardello, detto “Gianni Slalom”, che domenica scorsa è morto a 60 anni in Nepal durante un’escursione in canoa, una delle sue più grandi passioni. La moglie Pierangela, scossa da quanto accaduto, non ha voluto parlare e commentare il drammatico incidente.

L’uomo, che è stato nella Marina Militare, amava viaggiare anche in tempo di pensione in tutto il mondo per praticare, nella natura, lo sport tra i fiumi. In carriera aveva partecipato a varie missioni nel mondo, come quella alla guerra del Golfo scoppiata negli anni Novanta. Giovanni Zanardello era sposato da trent’anni con Pierangela Manerba e non aveva figli, mentre a Roncadelle tutti i cittadini si sono stretti intorno alla famiglia per questo momento di dolore.

Per il momento non c’è ancora la data di rientro della salma e i parenti nel paese della bassa bresciana sono in contatto con la moglie di Gianni in Nepal per sbrigare tutte le pratiche. E quasi per un segno del destino, nel 2001 il suo amico Daniele Tira di San Zeno, fisioterapista, era morto a soli 33 anni in Dinkey Creek in California, anche lui durante alcune discese in canoa con alcuni compagni. Il suo corpo era stato trovato un mese dopo il fatto. Nella foto tratta dal GiornalediBrescia.it il canoista in azione