ROMA – Cure termali in Legge Stabilità, il bresciano Caparini (LN): “Governo taglia 69 milioni da Inps e Inail”

0

“Ci opporremo a questo ulteriore scippo dalle casse previdenziali delle lavoratrici e dei lavoratori”. Commenta così il deputato bresciano della Lega Nord Davide Caparini, parlando di “un altro duro colpo per il settore termale”. La Legge di stabilità, nell’articolo 26 – dice il deputato – sopprime le prestazioni economiche di Inps e Inail per le cure termali garantite dal Sistema Sanitario Nazionale.

Fino ad ora l’Inail garantiva, dopo una verifica medica, il rimborso delle prestazioni (sanitaria ed economica) richieste dai lavoratori infortunati o affetti da malattia professionale, i malati di silicosi o di asbestosi, senza limiti. L’Inps, invece, poteva concedere prestazioni finalizzate a ritardare o curare uno stato di invalidità, limitatamente alle sole cure per le patologie bronco-asmatiche e reumo-artropatiche, a favore dei lavoratori dipendenti e autonomi. Il taglio è di 69 milioni di euro che passeranno dagli Enti previdenziali direttamente nelle casse dello Stato”.