MONTICHIARI – Treni Tav, in consiglio comunale a Montichiari critiche al progetto. Giovedì scadono osservazioni

0

Ieri sera il consiglio comunale è stato chiamato ad affrontare, tra i vari punti all’ordine del giorno, anche la Tav, il treno ad alta velocità che collegherà Milano a Verona attraverso la bassa bresciana e il lago di Garda. Nei vari argomenti, infatti, figurava anche una serie di osservazioni sulla Valutazione di Impatto Ambientale che la nuova infrastruttura provocherà e il passaggio lungo la variante con i treni sulla Fascia d’Oro.

A preoccupare i cittadini, come riporta Bresciaoggi, è soprattutto la stazione, il passaggio dei treni tra le varie costruzioni e dove mettere il cantiere dei lavori per i prossimi sette anni. A questo si aggiunge la logistica e le cave di prestito da usare per il materiale destinato alla costruzione. Sulla questione è già intervenuta la Lega Nord che, nonostante parli di “un tracciato che ormai non si può più modificare”, almeno chiede di tutelare il territorio vicino.

Tra le critiche che il Carroccio muove ci sono la stessa linea della Tav che passerà sopra la discarica di Fascia d’Oro senza sapere cosa ne sarà dei rifiuti e se sono previste bonifiche. Dall’altra parte ci sono due nuove cave di prestito che saranno sulla zona, mentre la Lega chiede di poter usare già quelle esistenti  visto che ci saranno anche dei tunnel da cui ricavare della terra. I privati che saranno coinvolti dalla Tav e che vogliono cercare di renderla meno impattante possono fare le osservazioni, attraverso l’ufficio Tecnico comunale, fino a giovedì 6 novembre.