Rugby. Il Patarò Lumezzane non decolla, arriva la sconfitta contro il Verona

0

Tabellino

PATARO’ LUMEZZANE: Masgoutiere (3’st Raza); Appiani, Gabba (17′ st Savardi), Zaffino, Costantini, Tamburri, Cittadini (39′ st Bosio); Cuello, Bellandi, Rizzotto; Scotuzzi, Bugatti (13′ st Montini); Piciaccia (17′ st Magli), Zoli (14′ st Cairo), Aluigi. A disposizione:  Cavagna, Ghizzardi. Allenatore: Gosling

FRANKLIN & MARSHALL CUS VERONA: E.Michelini; Mariani, Corso (20′ st Bellini), M. Neethling, Laryea, Share, Leso (35′ st Campara); Pauletti, Bergamin (18′ st Olivieri), Mazzi; Braghi, Liboni (24′ st D’antuono); A.Michelini (18′ sr Munteanu),  R. Neethling (26′ st Girelli), D’agostino. A disposizione: Mutascio, Sartor. Allenatore: Bresciani

Arbitro: Muscio

Marcatori: Pt: 2′ c.p. Zaffino, 6′ c.p. Zaffino, 18′ m Share tr. E. Michelini, 23′ m M. Neethling tr. E. Michelini, 28′ c.p. Zaffino, 32′ c.p. Zaffino, 34′ c.p. E. Michelini, 38′ m Zoli tr. Zaffino; St: 17′ m Bellandi, 30′ c.p. E. Michelini, 39′ m D’Antuono tr. E.Michelini.

Note: Fine pt: 19 -17; spettatori: 200, Cartellini gialli: 28′ pt Share, 22′ st Laryea, 39′ st Rizzotto.

Si chiude senza successi il girone d’andata del Patarò Lumezzane. Davanti al proprio pubblico il Quindici di Gosling ha ingranato la marcia giusta, ma la seconda miglior prestazione stagionale dei non è basta a superare il Franklin & Marshall Cus Verona,seconda forza del girone 2 della serie A, passato al Rossaghe per 27 -24. Non ha molto da rimproverarsi il collettivo valgobbino, se non qualche errore di troppo commesso dalla piazzola (2 calci di punizione e una trasformazione sbagliati) e le due ingenuità difensive costate le prime due segnature siglate dal Verona.

E´stato un match combattutissimo quello con i veneti che sono riusciti ad accaparrarsi la vittoria solo in extremis, grazie alla meta siglata al ’39 da D’antuono, al termine di un’abbondante quarto d’ora di forcing offensivo da rimessa laterale. Ad agevolare la segnatura degli ospiti è stata anche la superiorità numerica ottenuta con l’espulsione temporanea del terza linea rossoblù Matteo Rizzotto, colpevole di fuori gioco. Una sanzione che il pubblico e i compagni  hanno ritenuto piuttosto pesante.

“Siamo sulla strada giusta – commenta coach Gosling – e questo match meritavamo di vincerlo.  Sono contento della prestazione dei ragazzi, ma sono rammaricato per il  risultato e per alcune decisioni arbitrali. Noi dobbiamo essere ancora più cinici e ridurre gli errori. Abbiamo sbagliato ancora qualche scelta e mancando due placcaggi abbiamo incassato due mete”.

rugby_lumezzane_logoL’avvio dei padroni di casa è dei migliori: i calci di spostamento di Costantini e  Masgoutiere tengono i veronesi lontano dalla metà campo lumezzanese; i trequarti rossoblù giocando ad alto ritmo, costringendo al fallo gli ospiti. Il centro  Zaffino – incaricato di piazzare considerata l’assenza per infortunio di Piscitelli, Locatelli e Scaramella –  alle prime due apparizioni davanti ai pali raccoglie 6 punti. Solo al 18′ i veronesi s’affacciano nei 22 avversarsi e vanno a segno con l’apertura Shane. Michelini trova la facile trasformazione.  Al 23′ la veloce ala Laryea buca la difesa valgobbina e serve al centro Neethling la palla per la seconda marcatura. Michelini firma il 14-6.

L’espulsione della pericolosa apertura veneta, al 28′, lancia il recupero dei padroni di casa, Zaffino infila altri 6 punti dalla piazzola. Una rimonta fermata temporaneamente dalla punizione ottenuta in mischia chiusa (vera arma letale dei veronesi) dagli ospiti e trasformata dall’estremo Michelini. Al 38′, la rolling maul impostata da rimessa laterale dai rossoblu è vincente e Zoli schiaccia la meta, poi trasformata da Zaffino, del 19- 17 . Prima della pausa il Lumezzane può allungare ancora dalla piazzola, ma Zaffino non trova la via dei pali.

Nella ripresa il Lumezzane prende le misure in mischia chiusa ed in rimessa laterale ed impedisce agli ospiti di segnare da touche in più occasioni. Al 17′,  il terza linea  Bellandi finalizza il lavoro del pack segnando un’altra marcatura.Ma il finale è a favore dei veneti che accorciano con un piazzato di Michelini, prima di trovare  la marcatura  del sorpasso firmata da D’antuono.I minuti di recupero il Lumezzane li passa nei 22 avversari, ottenendo due calci di punizione e cercando di replicare le azioni fruttate le precedenti segnature. Tentativi vani, al triplice fischio i valgobbini intascano la quinta sconfitta della stagione e abbandonano le speranze di accedere alla poule promozione.

“Il nostro obiettivo è salvarci – spiega capitan Gaston Cuello – . Oggi meritavamo di vincere, la squadra è stata in campo, ha combattuto e ha dimostrato di poter mettere in difficoltà una formazione d’alta classifica come quella veronese. Si è visto il lavoro che abbiamo fatto durante la settimana e sono emerse le nostre qualità”.

Segnali incoraggianti in vista della difficile trasferta della prossima domenica. I valgobbini cominciano il ritorno facendo visita al Colorno, primo della classe.