QATAR – Ultima gara Supersport, Zanetti 4° deve vedersi dietro. In futuro niente Honda

0

Questo fine settimana il Losail International Circuit del Qatar ospiterà l’ultima prova del mondiale Supersport dove il bresciano Lorenzo Zanetti, pilota del team Pata Honda World Supersport, occupa la quarta posizione. La gara sarà in notturna aggiungendo ulteriore fascino. “Conosco il circuito dove ho corso nel 2009 con una moto della classe 125 cc. So che sarà una corsa tutta diversa con la Honda 600 molto più potente che richiede di prendere riferimenti tutti diversi. Il circuito mi piace ho dei buoni ricordi. Siamo a fine stagione, ma affronterò la gara al massimo come sempre”.

Per il pilota di Lumezzane la possibilità di salire sul podio finale del campionato è lontana diciassette punti, quelli che lo separano dal francece Marino su Kawasaki. Si deve invece preoccupare per la vicinanza di chi lo segue: cinque punti solo di vantaggio sul britannico Coghlan su Yamaha e otto sull’americano Jacobsen con la Kawasaki. “Per arrivare terzo nel mondiale dovrei vincere o arrivare secondo e allo stesso tempo Marino piazzarsi rispettivamente dopo il nono e il tredicesimo posto. La stagione mi ha soddisfatto, ho ottenuto la mia prima vittoria assoluta e solo la sfortuna mi ha impedito di salire altre volte sul podio, fermando spesso in quarta posizione”.

Ovviamente l’attenzione è posta anche sulla stagione prossima, che ha una sicurezza: Zanetti non sarà più in sella a una Honda. “Con la squadra mi sono trovato bene e sono cresciuto molto in questi due anni. Essere in una squadra ufficiale offre grande esperienza”. Per il 27enne si aprono due strade: rimanere nel mondiale Supersport o passare alla Superbike. In ogni caso ci sono due contatti: nel primo con la Mv Agusta ufficiale e la Kawasaki. Nella Superbike la scelta sarà tra Aprilia e un’altra “giapponese”.

“In Qatar avrò ulteriori incontri con i team – conclude Zanetti.- Le mie riflessioni sono che è meglio essere protagonista e oggi l’offerta migliore è in Supersport. Avrei anche la possibilità di una collaborazione che mi potrebbe portare in Superbike in futuro con la stessa marca”. Sicuramente per Zanetti, se dovesse restare in Supersport nel 2015, l’imperativo è salire sul podio in tutte le gare: dopo due anni di categoria è lui stesso il primo ad esserne cosciente. Dopo le prove libere di ieri, ce ne saranno altre oggi, sabato 1 novembre, alle 15 ore italiane e quelle ufficiali alle 18. Domani, domenica, la gara è prevista alle 18,15 italiane.